La grande bellezza della competizione, ecco a voi “sfide di Natale”

La grande bellezza della competizione, ecco a voi “sfide di Natale”

C'è da sperare anche in un grande risultato perché sarebbe imbarazzante vedere un grande successo dell'iniziativa privata e un andare a ricasco della parte di città ideata da Palazzo dei Priori. Che i migliori cervelli del Comune si mettano quindi al lavoro. Sarà un Natale meraviglioso ... Forse. 

ADimensione Font+- Stampa

La competizione è una gran bella cosa. Almeno questo hanno sempre sostenuto e sostengono i teorici del libero mercato (con la loro parte di torto ovviamente). Effettivamente se sana e produttiva è un qualcosa che può stimolare le persone a darsi da fare. Guardate il Natale viterbese per esempio.

Il 24 novembre parte il Caffeina Christmas Village (i detrattori più integralisti si facciano pure il segno della croce). E da qualche giorno sui giornali viterbesi si inizia a parlare di un Natale, organizzato da Palazzo dei Priori, in altri punti della città. Si parla di un mercatino natalizio a Piazza della Rocca e di un “salotto buono” della città da realizzare a Piazza Verdi. Con una bella spesa in programma anche per gli alberi di Natale, non uno ma più sembrerebbe, in piazza del Comune. 

Così l’intera città di Viterbo, centro storico, avrà in pratica il suo pezzo di Natale. Sarebbe stato bello vedere anche lo scorso anno una città così dinamica ma serviva la competizione tra il Palazzo e gli organizzatori di Caffeina per generare questo risultato. Operazione impossibile fino a qualche mese fa. A onor del vero qui chi rincorre è il Palazzo. Un po’ come accadde, i viterbesi lo ricorderanno bene, con la manifestazione culturale estiva Incontri Gentili, voluta dalla Provincia di Marcello Meroi per animare l’estate nel capoluogo della Tuscia. 

Più offerta, città di ricca. Anche se la parte pubblica, naturalmente, è a spese del contribuente. Quindi c’è da sperare che i soldi vengano spesi davvero bene e con “sale in zucca”. E c’è da sperare anche in un grande risultato perché sarebbe imbarazzante vedere un grande successo dell’iniziativa privata e un andare a ricasco della parte di città ideata da Palazzo dei Priori. Che i migliori cervelli del Comune si mettano quindi al lavoro. Sarà un Natale meraviglioso … Forse.