Un caffè insieme – “Allah Akbar = terroristi = musulmani?”

Un caffè insieme – “Allah Akbar = terroristi = musulmani?”

Rieccomi qua cari lettori. Sappiamo tutti cosa è successo in questi ultimi giorni: due attentati rispettivamente a Londra (sul ponte di Westminister) e in Russia (nella metro di San Pietroburgo). Bisogna però precisare, che tutto ciò non ha nulla a che vedere con la religione che ho scelto di professare; ovvero l'Islam.

ADimensione Font+- Stampa

Rieccomi qua cari lettori. Sappiamo tutti cosa è successo in questi ultimi giorni: due attentati rispettivamente a Londra (sul ponte di Westminister) e in Russia (nella metro di San Pietroburgo). Bisogna però precisare, che tutto ciò non ha nulla a che vedere con la religione che ho scelto di professare; ovvero l’Islam.

E’ frustrante e stancante doversi giustificare sempre per azioni che non hai mai compiuto. A causa di questi atti terroristici per mano di alcuni fanatici che strumentalizzano l’Islam ogni musulmano praticante è soggetto a varie accuse pesanti e talvolta anche intolleranti.

L’ essere musulmano non significa saper dire “Allah Akbar / Allah è grande”, ma saper mettere in atto nella vita di tutti i giorni ciò che si acquisisce dopo aver letto e approfondito (da fonti affidabili) ogni aspetto che riporta questa religione.

Nel sublime Corano nella quinta Sura” la tavola imbandita ” il 31°verso dice: “Per questo abbiamo prescritto ai figli di Israele che chiunque uccida un uomo che non abbia ucciso a sua volta o che non abbia sparso la corruzione sulla terra, sarà come se avesse ucciso l’umanità intera. E chi ne abbia salvato uno , sarà come se avesse salvato tutta l’umanità. I nostri messaggeri sono venuti a loro con le prove! |…|”.

Rifacendosi a questo verso, si deduce immediatamente che tutto quello che hanno sempre compiuto questi attentatori è assolutamente vietato e contro a ogni principio religioso.

D’altronde è doveroso dire, che gli attentati non avvengono unicamente in stati europei ma anche nel lontano Medio Oriente, come nell’amata Siria . E lì muoiono ogni giorno a ogni ora uomini, donne e bambini , i quali disgraziatamente sono vittime di menti feroci e malvagie. Dobbiamo allarmarci, quindi, quando in qualsiasi Paese si perdono i principi dell’umanità.

Tutto quello che stiamo vivendo oggi sarà scritto e letto dalle future generazione nelle pagine di storia, difatti per poter realmente cambiare le cose i musulmani e non dovranno essere uniti per un unico scopo: sconfiggere il terrorismo internazionale.

Conoscete il vero Islam e non quello strumentalizzato. Dialogate , confrontatevi con i musulmani e non evitateli. Non etichettateli con nomi che non li rappresentano. Rimaniamo civili. Rimaniamo umani. Infine voglio riportare le mie più sentite condoglianze alle famiglie di tutte le vittime di questi attentati. Che le loro anime riposino in pace.

  • pascal91

    Il Corano dice esplicitamente di fare guerra agli infedeli, i quali se ebrei o cristiani possono essere tollerati se è d’accordo il Califfo, mentre se atei possono essere carne da macello sempre.

Banner
Banner
Banner