Troili lancia l’allarme Villa Lante in Consiglio comunale

Troili lancia l’allarme Villa Lante in Consiglio comunale

Le continue diminuzioni di fondi da parte dello Stato hanno ridotto il parco sempre più nel degrado, ma è arrivato il momento di trovare una soluzione

ADimensione Font+- Stampa

Melma nelle fontane, incuria e un senso generale di abbandono. Questo è lo stato che molti turisti e cittadini del posto descrivono dopo aver visitato Villa Lante, che nel 2011 è stato eletto il giardino più bello d’Italia. Purtroppo, però, a causa dei continui tagli alla spesa per il mantenimento del patrimonio artistico italiano, ora Villa Lante versa sempre più nel degrado. Per questo motivo Arduino Troili, consigliere comunale bagnaiolo, lo ha messo al centro di un ordine del giorno che sarà presentato martedì a Palazzo dei Priori.

La speranza del consigliere è che si possa promuovere un’azione sistematica sul Ministero dei Beni Culturali, perché inserisca Villa Lante nei circuiti nazionali e internazionali del turismo, oltre ad aumentare e assicurare una gestione del parco che garantisca sempre un’adeguata fruizione da parte dei turisti, soprattutto nei periodi e nei giorni festivi.

Il problema, infatti, nasce proprio dalla continua diminuzione dei fondi nazionali a disposizione per la manutenzione e la gestione del parco, oltre che dagli altri siti turistici della Tuscia e dell’Italia intera. Anche il personale di servizio non è sufficiente per assicurare un’apertura costante e quest’anno ad agosto e settembre ad aiutare gli addetti sono arrivati anche i volontari dell’associazione Amici di Bagnaia, che hanno evitato di dover chiudere il parco durante le domeniche.

L’appuntamento però è a rischio dopo il fallimento del Consiglio comunale straordinario chiesto da Martina Minchella. L’ala fioroniana della maggioranza potrebbe vendicarsi e cercare di far saltare il numero legale, dopo che i serra panunziani avevano disertato il Consiglio sulla sanità giovedì facendo andare su tutte le furie proprio i fedelissimi di Giuseppe Fioroni.

Banner
Banner
Banner