Stipendi, Viterbo poco sotto la media italiana

Stipendi, Viterbo poco sotto la media italiana

La Tuscia nella classifica nazionale arriva sessantatreesima, mentre è terza in quella regionale.

ADimensione Font+- Stampa

Chi guadagna di più in Italia sono i milanesi, mentre quelli che a fine mese hanno il compenso più basso si trovano nella provincia di Medio Campidano, in Sardegna. Lo rivela un’indagine condotta da La Repubblica, che si è basata sui dati raccolti dall’osservatorio JobPricing tra il 2014 e il 2015 sui compensi annui lordi.

A Milano, infatti, la retribuzione annua lorda media si aggira sui 34.508 euro, mentre per l’ultima classificata ci sono circa 12 mila euro di differenza, attestandosi su una media di 22.438 euro. Viterbo se ne sta quasi nel mezzo, al 63esimo posto della classifica su 110 province italiane. La media nella Tuscia è di 26.300 euro, ottomila in meno rispetto alla prima classificata e appena quattromila in più rispetto all’ultima.

Anche nel Lazio la nostra provincia non vince il braccio di forza con Roma, che nella classifica nazionale si colloca all’11esimo posto, con una busta paga annua media di 30.126 euro, ma anche con Latina, che arriva 52esima con 27.258 euro di retribuzione media. Dietro Viterbo arrivano, però, Frosinone e Rietri: la prima è al 73esimo posto con 25.616 euro, mentre la seconda arriva 79esima con 25.098 euro. Questione di spiccioli.

Ci è vicina, in compenso, la provincia di Terni a due passi dalla nostra, che ci è sotto di soli 300 euro annui. La statistica, comunque, conferma un dato che sembra ormai essere noto: al sud si guadagna meno che al nord. La Tuscia rientra infatti nella media del centro Italia, che vede gli stipendi molto più simili a quelli del meridione, rispetto a quelli dei colleghi del nord.