La sepoltura di Defuk torna dove fu dal 1938 al 1983, al via un progetto di promozione turistica

La sepoltura di Defuk torna dove fu dal 1938 al 1983, al via un progetto di promozione turistica

Spostata la tomba di Defuk all'interno della chiesa di San Flaviano a Montefiascone. La lastra tombale dell’uomo famoso in tutto il mondo come l’inventore dell’Est! Est!! Est!!! è stata riposizionata nello stesso luogo dove era stato collocata dal 1938 al 1983, quando fu rimossa e spostata in una cappella adiacente.

ADimensione Font+- Stampa

Spostata la tomba di Defuk all’interno della chiesa di San Flaviano a Montefiascone. La lastra tombale dell’uomo famoso in tutto il mondo come l’inventore dell’Est! Est!! Est!!! è stata riposizionata nello stesso luogo dove era stato collocata dal 1938 al 1983, quando fu rimossa e spostata in una cappella adiacente.

Il progetto è stato promosso dal Lions Club di Montefiascone ”Falisco-Vulsineo” e realizzato in collaborazione con l’associazione culturale Estrosidee. L’iter burocratico per lo spostamento è iniziato nel 2015 per volontà del Lions Club Montefiascone e dell’allora assessore alla Cultura Renato Trapè in accordo con il decano Don Luciano Trapè. Quasi contemporaneamente si è mossa anche l’associazione Estrosidee con lo stesso proposito cercando in merito dei fondi; l’idea si concretizzava con il predisporre una guida della città dove già il titolo era tutto un programma ‘A spasso con Defuk’, il cui ricavato doveva coprire una parte delle spese.

I lavori di restauro, il cui progetto finale è stato redatto dal Lion arch. Paolo Mezzetti ed eseguito in collaborazione con il Lion Ing. Sante Fabene, sono finalmente iniziati nel mese di gennaio ed eseguiti dall’impresa fratelli Patrizi di Montefiascone, con la sollevazione della lastra tombale che è stata poi completamente restaurata per il generoso intervento della Fondazione Vulci che ha inviato la Dott.ssa Teresa Carta e il Dott. Samuele Casciato, professionisti del prestigioso Laboratorio di Restauro del parco Archeologico di Vulci. Infine la lastra è stata posizionata nella nuova ubicazione, al cui fianco verrà posta una stele informativa provvisoria; infatti, cosa di notevole importanza, nei prossimi mesi verrà ultimato un sistema informativo multimediale multilingue che sarà installo nella stele definitiva, con il quale verranno illustrate in maniera interattiva con il visitatore, notizie utili sulla chiesa e naturalmente su Defuk con tutta la sua famosa leggenda.

Inoltre con questa nuova ubicazione, tutti potranno ammirare per sempre i resti di Defuk, o meglio tutte le ossa credute del suo cadavere, collocate e custodite in un vaso rettangolare di terracotta realizzato nel 1916 quando venne effettuata una delle tante ricognizioni alla tomba. L’inaugurazione si è tenuta venerdì 23 marzo alle ore 15 presso la basilica di San Flaviano.