Favole e musica al Palazzo Doria Pamphilj di San Martino

Favole e musica al Palazzo Doria Pamphilj di San Martino

Dopo la conferenza sulla Gioconda del Louvre indagata attraverso le simbologie delle vesti, proseguono i fine settimana di apertura di Palazzo Doria Pamphilj, a San Martino al Cimino (VT), il palazzo riaperto dalla Regione Lazio nell'ambito della Campagna ART BONUS, finalizzata al recupero di immobili del patrimonio regionale e alla riapertura a favore della comunità.

ADimensione Font+- Stampa

Dopo la conferenza sulla Gioconda del Louvre indagata attraverso le simbologie delle vesti, proseguono i fine settimana di apertura di Palazzo Doria Pamphilj, a San Martino al Cimino (VT), il palazzo riaperto dalla Regione Lazio nell’ambito della Campagna ART BONUS, finalizzata al recupero di immobili del patrimonio regionale e alla riapertura a favore della comunità.

Gli eventi sono svolti in collaborazione con LAZIOcrea e le associazioni del territorio, in particolare la Confraternita del S. S. Sacramento e S. Rosario e la Pro Loco di San Martino al Cimino.

Questa settimana il programma degli appuntamenti prevede, sabato 16 dicembre alle ore 16.00 lo spettacolo di Burattini per bambini ( 4-10 anni) “Le favole di La Fontaine” di e con Augusto Terenzi -Maninalto Teatro. I personaggi delle Favole di La Fontaine lasciano allo spettatore la possibilità di riflettere sui comportamenti umani passando per la simbologia animale. Lo spettacolo è diviso in cinque storie: iI lupo e l’agnello; il lupo e la cicogna; la cicogna e la volpe; la volpe e il corvo e infine la volpe e l’uva. I personaggi via via si passano il ruolo di protagonista. Ognuno spiega il suo punto di vista sugli eventi che lo vede coinvolto. La tecnica usata è quella dei pupazzi muppets e la narrazione.

Il coinvolgimento dei bambini durante fa narrazione aiuterà a far comprendere la morale di ogni avventura messa in scena.

Domenica 17 dicembre alle ore 18, è la volta del Concerto di Natale “Tra Musica e Danza: suoni in movimento”del trio Le Metamorfosi Musicali composto da Alberto Poli, Enrico Mazzoni e Massimo Santostefano. Filo conduttore del concerto è il tema della musica di matrice popolare, spesso declinata nella forma della danza nel suo incontro con la musica strumentale. Un itinerario attraverso culture di aree geografiche talvolta lontane ma accomunate dalla schietta espressione musicale locale che ne deriva e che traduce in suoni e movimenti, tradizioni e costumi. Un percorso che è anche un racconto dialogico nel quale gli strumenti “danzano” e s’inseguono, si allontanano per poi ritrovarsi in un continuo scambio e ricerca che sulla scena sarà l’alter ego di figure danzanti: suoni in movimento appunto.

Alberto Poli, al violino e arrangiamenti, Enrico Mazzoni, al pianoforte, e Massimo Santostefano, alla fisarmonica e bandoneon, proporranno un viaggio musicale che toccherà lo spagnolo M. de Falla, l’ungherese B. Bartók, il russo D. Shostakovic, l’italiano L. Fancelli, l’argentino A. Piazzolla e il francese R. Galliano.

Il Palazzo Doria Pamphilj fa parte della Campagna ART BONUS che consente ai Sostenitori di effettuare erogazioni liberali per il Patrimonio storico-artistico regionale, con un credito d’imposta del 65%.

 

Per info e prenotazioni:
[email protected]
Telefono: 347 8709572 dalle ore 10 alle ore 18.

Per le informazioni su Art Bonus e per le donazioni online:
www.regione.lazio.it/artbonus

Pagina Facebook:
www.facebook.com/palazzodoriapamphilj