Antonio Arévalo nominato «addetto» alla cultura cilena in Italia

Antonio Arévalo nominato «addetto» alla cultura cilena in Italia

Un viterbese (d’adozione) nella corte del governo cileno. Antonio Arévalo è stato nominato, dal Presidente della Repubblica Michelle Bachelet, rappresentante della cultura cilena in Italia.

ADimensione Font+- Stampa

Un viterbese (d’adozione) nella corte del governo cileno. Antonio Arévalo, nato a Santiago del Cile e costretto alla fuga in Italia appena sedicenne dopo il golpe di Pinochet nel 1973, ma da anni attivo a Viterbo, è infatti stato nominato, dal Presidente della Repubblica Michelle Bachelet, rappresentante della cultura cilena in Italia. Arévalo coadiuverà il lavoro del Ministero delle relazioni estere e di quello della cultura.

Antonio Arévalo, critico e curatore d’arte, è considerato uno dei più importanti promotori della cultura del Sudamerica in Europa. Da La Fune complimenti e in bocca al lupo ad Antonio Arévalo .

 

Leggi l’articolo che gli ha dedicato Artribune

Leggi il comunicato del Governo cileno

 

Antonio Arévalo Viterbo

la foto di Sabine Meyer