A Celleno vecchia lo studio dell’archeologia medioevale e la proposta per un nuova esposizione

A Celleno vecchia lo studio dell’archeologia medioevale e la proposta per un nuova esposizione

Oggi presso il palazzo della cultura l’incontro nato per presentare alla comunità i risultati conseguiti nell'ambito di un progetto di ricerca e studio sul centro di Celleno Vecchio.

ADimensione Font+- Stampa

A Celleno vecchio alla scoperta dell’archeologia medievale. Oggi presso il palazzo della cultura l’incontro nato per presentare alla comunità i risultati conseguiti nell’ambito di un progetto di ricerca e studio sul centro di Celleno Vecchio. Lo studio è nato per approfondire le conoscenze sull’abitato medievale e moderno attraverso i metodi della cosiddetta ”archeologia leggera” attraverso rilievi delle architetture con stazione totale e con laser scanner 3D, stratigrafia delle murature, prospezioni con metodo georadar.

Durante la giornata verranno anche proposti alcuni modelli di allestimento per l’esposizione e la valorizzazione di ceramiche del XIV secolo provenienti da un “pozzo da butto”, oggetto di uno scavo di recupero effettuato dalla Soprintendenza Archeologica nel 1975, a cura di Hubstract made for art\Ttouch.

Lo studio è stato avviato nel 2015 in accordo con l’amministrazione comunale di Celleno, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale e l’Università degli Studi della Tuscia, dipartimento di Studi linguistico-letterari, storico-filosofici, giuridici. Il progetto è coordinato da Giuseppe Romagnoli. Appuntamento alle 17 presso il palazzo della Cultura, piazza Benvenuto Cellini a Celleno.

Banner
Banner
Banner