Partenza col botto per la quinta edizione di ChocolArt

Partenza col botto per la quinta edizione di ChocolArt

Partita ieri la manifestazione a base di cioccolato della Pasticceria Casantini. Dieci le "dolci opere" in mostra alla chiesa di Sant'Egidio fino al 27 dicembre, tutte realizzate per esaltare la storia della Città dei Papi.

ADimensione Font+- Stampa

Sarà stata complice la passione per il cioccolato della stragrande maggioranza delle persone, ma l’inizio della quinta edizione di ChocolArt è stato già di per se un successo. La manifestazione è iniziata ieri all’interno della splendida cornice della chiesa di Sant’Egidio a Viterbo, dove sono stati esposti pezzi unici realizzati dagli artisti del cioccolato della pasticceria Casantini.

I fratelli in questione a Viterbo rappresentano una vera e propria istituzione e da cinque anni mettono in mostra le loro opere all’interno della chiesa del Corso Italia. Durante le feste di Natale, quindi, turisti e visitatori possono immergersi in questa dolce atmosfera, degustando la produzione del cioccolato locale viterbese a marchio Casantini. L’edizione 2015, inoltre, ha come tema i costumi tipici della tradizione della Città dei Papi, unendo quindi al gusto anche una riflessione storica sulla città stessa.

Sono dieci le creazioni in cioccolato esposte nella chiesa di Sant’Egidio, ispirata all’età preromana, al popolo etrusco, al medioevo e ai monumenti di Viterbo, con un occhio di riguardo, ovviamente, per Santa Rosa. Spicca, infatti, la fedele riproduzione in cioccolato della minimacchina del Pilastro. Un momento per unire la gustosa tradizione del cioccolato di Viterbo alla sua storia più lontana e affascinante.

La tradizione di famiglia viene portata avanti con passione ed impegno sin dal 1970 da Katia e Virginio, che ora gestiscono l’attività. Sono dei maestri pasticceri conosciuti a livello internazionale avendo ottenuto prestigiosi riconoscimenti in diverse kermesse importantissime del settore: dal Salone del Gusto di Torino ad uno strepitoso secondo posto alle Olimpiadi di Cucina e Pasticceria del Lussemburgo, fino al primo posto nella categoria degustazione alla “Coppa Italia di pasticceria e cake design” di Rimini.

“L’idea è quella di valorizzare quello che abbiamo di buono e bello nel centro, che è il nostro biglietto da visita su cui si deve assolutamente puntare” ha dichiarato Virginio Casantini alla vigilia dell’apertura. La manifestazione sarà visitabile – e “assaggiabile” – fino al prossimo 27 dicembre.