Viterbo in miniatura di Bernabucci, tanti viterbesi scrivono a La Fune per trovare spazi all’opera

Viterbo in miniatura di Bernabucci, tanti viterbesi scrivono a La Fune per trovare spazi all’opera

Anche La Fune è intervenuta a sostegno della prospettiva e sono arrivati tanti commenti e suggerimenti. Quanto realizzato negli anni da Bernabucci è un vero e proprio patrimonio, importante anche per l'abbellimento e la promozione del capoluogo della Tuscia.

ADimensione Font+- Stampa

Trovare uno spazio per una mostra permanente della Viterbo in miniatura realizzata dall’artista Giulio Bernabucci.

Anche La Fune è intervenuta a sostegno della prospettiva (leggi) e sono arrivati tanti commenti e suggerimenti. Quanto realizzato negli anni da Bernabucci è un vero e proprio patrimonio, importante anche per l’abbellimento e la promozione del capoluogo della Tuscia.

I suoi lavori, recentemente esposti nel duomo di San Lorenzo in occasione delle feste di Natale, non meritano di tornare in soffitta. L’invito che anche La Fune ha rilanciato al Comune di Viterbo è di trovare uno spazio idoneo dove allestire e tenere aperta un’esposizione permanente dell’opera.

Tra le idee sul tema lanciate dai lettori ce ne sono diverse meritevoli di attenzione. Tra queste il suggerimento di posizionare la Viterbo in miniatura di Bernabucci all’interno dell’Ufficio Turistico del Sacrario.

C’è chi ha indicato la strada dei privati, chiedendo di invitare al predisporre l’esposizione permanente i titolari dei Cantieri di via Saffi, che negli ultimi mesi hanno rivitalizzato con la loro imprenditorialità una parte importante del centro storico.

A questo punto La Fune invita i consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, a portare l’argomento all’interno delle discussioni del consiglio comunale.

Banner
Banner
Banner