Viterbo Ambiente non può più operare, ordinanza del sindaco per evitare l’interruzione del servizio

Viterbo Ambiente non può più operare, ordinanza del sindaco per evitare l’interruzione del servizio

Un atto dovuto quello di Michelini, per impedire l’interruzione del servizio indispensabile di raccolta rifiuti e spazzamento urbano. Domani è atteso un incontro in Prefettura. Il prefetto è chiamato a decidere sul commissariamento della società, che appare sempre più scontato.

ADimensione Font+- Stampa

Viterbo Ambiente è stata cancellata dall’albo nazionale dei gestori ambientali. La decisione il 4 dicembre, per effetto dell’interdittiva antimafia che ha interessato la società.

La comunicazione è arrivata soltanto ieri a Palazzo dei Priori. Il sindaco Leonardo Michelini, dopo un confronto con il prefetto Rita Piermatti, ha deciso di firmare un’ordinanza con cui si dispone il proseguimento del servizio in attesa degli sviluppi che la Prefettura è chiamata a decidere.

Un atto dovuto quello di Michelini, per impedire l’interruzione del servizio indispensabile di raccolta rifiuti e spazzamento urbano. Domani è atteso un incontro in Prefettura. Il prefetto è chiamato a decidere sul commissariamento della società, che appare sempre più scontato.

Con ogni probabilità il commissario dovrà guidare una fase che va verso la rescissione del contratto e un nuovo bando per l’assegnazione del servizio.comunicazione è arrivata soltanto ieri a Palazzo dei Priori. Il sindaco Leonardo Michelini, dopo un confronto con il prefetto Rita Piermatti, ha deciso di firmare un’ordinanza con cui si dispone il proseguimento del servizio in attesa degli sviluppi che la Prefettura è chiamata a decidere.