Moltoni: “Se ne va il peggior Prefetto di cui mi ricordi”

Moltoni: “Se ne va il peggior Prefetto di cui mi ricordi”

Ci va giù pesante il consigliere comunale di Viterbo Francesco Moltoni che dopo la sostituzione del Prefetto si dice "molto soddisfatto". Con Moltoni si è giocata una parte della vicenda viterbese di Rita Piermatti

ADimensione Font+- Stampa

Rita Piermatti se ne va e con lei un sacco di polemiche. Ci va giù pesante il consigliere comunale di Viterbo Francesco Moltoni che dopo la sostituzione del Prefetto si dice “molto soddisfatto”. Con Moltoni si è giocata una parte della vicenda viterbese di Rita Piermatti: la Prefettura sotto la sua guida infatti ha avviato l’azione popolare per portare l’eventuale incompatibilità di Moltoni di fronte al giudice civile. E il paradosso è che Moltoni ora è ancora al suo posto, mentre l’ex Prefetto sarà ricollocata.

“Si è contraddistinta – sostiene Moltoni – come il peggiore Prefetto. Almeno da che io abbia memoria. Non solo per la mia vicenda personale. Dalla gestione dei migranti a quella sorta di lager nato alla fiera di Viterbo, fino alla sicurezza nella Tuscia fino alla gestione e alle interferenze nella vita cittadina. Poi la mia persone battaglia, vergognosa e senza precedenti. Sono molto soddisfatto e accolgo la nomina di D’Angelo con piacere. Spero che con lui si possa intraprendere un dialogo costruttivo per la città di Viterbo senza condizionamenti politici”. 

 

Natale Viterbo