Decadenza: in commissione si analizzano le difese di Moltoni

Decadenza: in commissione si analizzano le difese di Moltoni

Oggi pomeriggio si analizzeranno le difese di Francesco Moltoni che ha preparato un documento già protocollato nei giorni scorsi

ADimensione Font+- Stampa

Il caso Moltoni approda in I commissione consiliare. Questo pomeriggio a partire dalle 17.30 presso la sala del Consiglio di Palazzo dei Priori si analizzeranno le osservazioni presentate da Francesco Moltoni in merito al procedimento di decadenza avviato dal Consiglio comunale.

Per il consigliere di minoranza del gruppo Gal, dopo un lungo Consiglio comunale circa due settimane fa è partita la procedura per la decadenza a causa del contenzioso aperto con il Comune di Viterbo per il pagamento degli 80mila euro dovuto a causa della condanna della Corte dei Conti.

Nella sua stessa situazione si trovava Maurizio Tofani (Oltre le Mura) che però avendo saldato il debito con il Comune ha eliminato la situazione di compatibilità. La maggioranza è determinata ad andare avanti e sostiene che la procedura è un atto dovuto. Stesso pensiero del Movimento 5 Stelle che però sottolinea che da almeno 1 anno e mezzo aveva chiesto che venisse avviata la procedura prevista dalla legge e che la maggioranza oggi ha deciso di prendere la situazione in mano solamente per calcoli politici. Il pensiero è condiviso da tutta la minoranza che si schera, 5 Stelle a parte, con il consigliere del Gal.

Se dovesse decadere Francesco Moltoni infatti entrerebbe in Consiglio Claudio Mecozzi. Entrambi erano candidati a sostegno di Leonardo Michelini, ma mentre Moltoni è passato all’opposizione, Mecozzi entrerebbe nella fila della maggioranza dando così respiro alla maggioranza stessa che ad oggi ha i numeri contati.

Oggi pomeriggio si analizzeranno le difese di Francesco Moltoni che ha preparato un documento già protocollato nei giorni scorsi.