Cinema Genio, pubblicato il bando per investitori privati. Non valutata la proposta del Consorzio Biblioteche

Cinema Genio, pubblicato il bando per investitori privati. Non valutata la proposta del Consorzio Biblioteche

La scelta dell'amministrazione già annunciata e su cui era intervenuta la proposta del commissario del Consorzio Biblioteche, per una gestione pubblica del bene, è stata confermata con l'atto ufficiale della pubblicazione del bando

ADimensione Font+- Stampa

Pubblicato il bando per l’affidamento del Cinema Genio. Il bene di proprietà del Comune di Viterbo è da questo momento e fino all’11 giugno ufficialmente sul mercato. Gli operatori del settore, regolarmente iscritti in un apposito elenco del ministero dei Beni e Attività Culturali, potranno presentare quindi le proprie offerte.

La notizia è riportata questa mattina sul Messaggero, in un articolo a firma di Massimo Chiaravalli. Si parte da un importo di locazione di 12mila euro all’anno. Il metodo è quello dell’offerta segreta e vincerà la proposta con il maggiore rialzo. Il contratto prevede una durata di sei anni, più sei rinnovabili. Chi se lo aggiudica avrà l’impegno della sistemazione e messa a norma, secondo le più recenti disposizioni di legge, della struttura. Per farlo potrà avvalersi della partecipazione a bandi in cui sono disponibili fondi per realizzare i lavori, concordando il tutto con il Comune.

Palazzo dei Priori ha inoltre previsto una clausola che prevede che il Comune potrà usufruire della struttura per cinque giorni all’anno. La scelta dell’amministrazione già annunciata e su cui era intervenuta la proposta del commissario del Consorzio Biblioteche, per una gestione pubblica del bene, è stata confermata con l’atto ufficiale della pubblicazione del bando.

L’idea dell’amministrazione Michelini è di riuscire a rivedere il cinema aperto prima della fine del mandato. Considerando l’azione strategica per riportare vitalità nel centro storico.