Bassano Insieme condanna il vandalismo sui manifesti elettorali del paese

Bassano Insieme condanna il vandalismo sui manifesti elettorali del paese

Il gruppo in lizza per le prossime comunali duro con chi ha strappato i manifesti elettorali di alcuni liste cittadine

ADimensione Font+- Stampa

Si fa infuocata la campagna elettorale nella Tuscia in vista delle elezioni del prossimo 5 giugno, che coinvolgono anche 21 comuni della provincia di Viterbo. I toni si sono alzati a Bassano Romano, dove alcuni manifesti elettorali sono stati strappati dalle plance. Un atto condannato in primis dai gruppi vittima del gesto, ma anche da quelli che non ha subito danni.

Anche Emanuele Maggi, candidato sindaco per la lista “Bassano Insieme” è intervenuto, condannando l’accaduto. “Condanniamo in maniera netta quello che è successo nei giorni scorsi – commenta Emanuele Maggi – e che ha colpito in particolare alcune liste che hanno iniziato la campagna elettorale per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale. Un gesto, però, che ferisce anche la vera politica e la concezione di una sana interpretazione dell’attivismo sociale”.

Dal gruppo fanno sapere che “Bassano Insieme” è impegnata in questi mesi in una campagna elettorale costruttiva, seria e rispettosa delle altre liste e di tutti i cittadini. “Ci auguriamo – conclude il candidato sindaco Maggi – che questi gesti siano solo un caso isolato, che non si verifichino più e che la competizione elettorale si svolga in maniera serena ponendo al centro della discussione pubblica le idee e le proposte progettuali per il futuro del nostro Paese”.

Decarta racconta la Tuscia