Trasporto Macchina di Santa Rosa al cardiopalma per l’amministrazione Arena

Trasporto Macchina di Santa Rosa al cardiopalma per l’amministrazione Arena

Tutto in due mesi. Sessanta giorni circa per organizzare al meglio il Trasporto 2018 della Macchina di Santa Rosa. Giovanni Arena ha la prima patata bollente tra le mani. Lui non c'entra niente, naturalmente. Colpa delle votazioni andate troppo per le lunghe.

ADimensione Font+- Stampa

Tutto in due mesi. Sessanta giorni circa per organizzare al meglio il Trasporto 2018 della Macchina di Santa Rosa. Giovanni Arena ha la prima patata bollente tra le mani. Lui non c’entra niente, naturalmente. Colpa delle votazioni andate troppo per le lunghe.

Nel 2013, quando si registrò l’altro cambio della guardia a Palazzo dei Priori, Michelini era stato “incoronato” in data 10 giugno. Siamo due settimane oltre e quattordici giorni, quando si devono organizzare realtà così importanti e complesse, sono ossigeno puro.

La prima grana di Arena e della sua squadra, che con ogni probabilità sarà nominata sabato, riguarda le tribune. In pratica siamo a “carissimo amico”. Deve essere fatta tutta la procedura per il bando di assegnazione al realizzatore. Tempi strettissimi, che mettono di fatto a rischio la realizzazione delle stesse. Sarebbe un brutto colpo, naturalmente. Per questo c’è da giurarci che il neosindaco farà di tutto per andare in gol.

Poi c’è la questione della diretta televisiva da sistemare, tutto il cerimoniale (compresi inviti) per Palazzo dei Priori e infine il cartellone dei festeggiamenti. Sessanta giorni con nel mezzo le ferie estive. Il che rende il tutto ancora più ingarbugliato. Così il nuovo sindaco è chiamato a galoppare. Prossima settimana ha già due importanti appuntamenti in agenda. Il primo con il presidente del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini e il secondo al tavolo della Commissione per la sicurezza.

Si parlerà anche di Via Marconi, potete giurarci. L’allungo, ormai praticato negli ultimi due anni, si è rivelato un toccasana per la sicurezza. Spalmando di fatto il pubblico e allentando la calca. Farlo o non farlo è il dilemma amletico con cui Arena dovrà fare, a corto, i conti.