Strade della Tuscia, in nome della sicurezza ci mette mano la Prefettura

Strade della Tuscia, in nome della sicurezza ci mette mano la Prefettura

L’obiettivo della Prefettura, tecnicamente supportata dal Comandante della Polizia Stradale, è quello di istituire un tavolo permanente, per monitorare lo stato delle strade provinciali, con il qualificato supporto dei tecnici dell’ANAS, per far sì che i singoli enti, ciascuno per quanto di propria competenza, propongano un quadro strutturale degli interventi da eseguire.

ADimensione Font+- Stampa

A seguito degli ultimi eventi sismici e alle criticità nelle quali versa la rete viaria di questa provincia, al fine di garantire la sicurezza stradale e la pubblica incolumità, è stato convocato dal Prefetto di Viterbo Rita Piermatti, presso la Prefettura, un tavolo di coordinamento.

Presenti oltre al Prefetto, il Comandante della Polizia Stradale Porroni, il Presidente della Provincia di Viterbo Mauro Mazzola, il dirigente provinciale Dello Vicario, i rappresentanti dell’ANAS e dell’Astral.

L’obiettivo della Prefettura, tecnicamente supportata dal Comandante della Polizia Stradale, è quello di istituire un tavolo permanente, per monitorare lo stato delle strade provinciali, con il qualificato supporto dei tecnici dell’ANAS, per far sì che i singoli enti, ciascuno per quanto di propria competenza, propongano un quadro strutturale degli interventi da eseguire.

La sinergia tra più organi istituzionali e il supporto della Polizia Stradale e dell’ANAS, può portare a fronte di risorse limitate, a un lavoro più proficuo a vantaggio del territorio risultando vitale per rilevare gli interventi che hanno carattere prioritario e consentire una programmazione dei lavori specie per quel che concerne una maggiore garanzia della sicurezza stradale.

Banner
Banner
Banner