Referendum, Forza Italia soddisfatta dei risultati del centrodestra unito

Referendum, Forza Italia soddisfatta dei risultati del centrodestra unito

Bacocco: "Una prova importante che ci ha permesso soprattutto di ritornare fra la gente, di risvegliare il loro sentimento politico, di averli riportati a parlare della buona politica, la politica vicina alla gente".

ADimensione Font+- Stampa

Il commento del coordinamento provinciale di Forza Italia sull’esito del voto.

Il coordinamento provinciale di Forza Italia esprime grande soddisfazione per il risultato referendario di ieri. Anche nella Tuscia è stata forte e netta l’affermazione del no, con molti paesi che hanno espresso una percentuale superiore alla media nazionale.

“E’ stato un bellissimo risultato – dichiara il coordinatore provinciale Dario Bacocco – che ha certificato la volontà dei cittadini di ‘spegnere’ il governo Renzi, un governo mai legittimato dalla sovranità popolare. E’ stata un risultato importante perché ha visto i partiti del centrodestra uniti a tutti i livelli; da quelli nazionali a quelli locali. In quest’ottica mi sento in dovere di ringraziare tutti i miei collaboratori, tutti gli amici e sostenitori di Forza Italia per avermi aiutato in questa estenuante campagna referendaria.

Un ringraziamento – continua Bacocco – anche a tutti gli esponenti locali degli altri partiti di centrodestra con i quali abbiamo condiviso e raggiunto questo importante traguardo politico. Un traguardo dal quale dobbiamo assolutamente ripartire, con la consapevolezza che il risultato del referendum raccoglie anche le indicazioni di voto di altri partiti, come i 5 Stelle.

E’ comunque una base di partenza importante – precisa Bacocco – che ci permesso soprattutto di ritornare fra la gente, di risvegliare il loro sentimento politico, di averli riportati a parlare della buona politica, la politica vicina alla gente.

Ora spetta a noi esponenti politici – conclude Bacocco – lavorare su questo consenso, stimolando politicamente ancor più i cittadini, per essere pronti a vincere i prossimi appuntamenti elettorali, che potrebbero essere più vicini di quel che si possa immaginare”.

Banner
Banner
Banner