Microfoni ko: il Consiglio dura il tempo di una presa d’atto

Microfoni ko: il Consiglio dura il tempo di una presa d’atto

Consiglio comunale surreale questo pomeriggio a Palazzo dei Priori a Viterbo dove i consiglieri hanno giusto fatto in tempo a votare una presa d'atto legata al progetto del cimitero di Grotte santo Stefano.

ADimensione Font+- Stampa

Microfoni ko: il Consiglio dura il tempo di una presa d’atto senza discussione. Consiglio comunale surreale questo pomeriggio a Palazzo dei Priori a Viterbo dove i consiglieri hanno giusto fatto in tempo a votare una presa d’atto legata al progetto del cimitero di Grotte santo Stefano.

Dopo un mese abbondante di vacanze natalizie dunque il Consiglio comunale è servito più che altro per darsi il ben ritrovati, a causa del mancato funzionamento dei microfoni e del sistema di registrazione funzionale all’archiviazione della discussione. All’ordine del giorno, secondo l’accordo di maggioranza e opposizione, dovevano esserci oggi le interrogazioni dei consiglieri. Ora il piano slitta e probabilmente saranno fatte durante la prossima seduta di Consiglio, il prossimo giovedì. La discussione in programma sul Canile dunque, per la quale c’era l’accordo di parlarne proprio il 26 gennaio, potrebbe quindi slittare.

Ma queste sono solamente ipotesi.

Banner
Banner
Banner