“Mancano i più elementari servizi sui rifiuti, ma per il sindaco è tutto a posto”

“Mancano i più elementari servizi sui rifiuti, ma per il sindaco è tutto a posto”

Santucci e Galati ritornano sul tema dei rifiuti in città fra denunce, discariche a cielo aperto, interdittive antimafia e rimpasti di giunta

ADimensione Font+- Stampa
“Sembrano passati secoli da quando il sindaco Michelini e la sua giunta, con la consueta faccia tosta di fronte ad arresti delle forze dell’ordine, alle interdittive antimafia della prefettura, alle trattative segrete con la ditta e ai rimpasti mensili di assessori, ci continuava a spiegare come fosse TUTTO A POSTO!”. Nel costante clima di crisi del Comune di Viterbo, i consiglieri comunali Vittorio Galati e Giammaria Santucci fanno il punto della situazione sull’amministrazione Michelini in questi ultimi due anni.
“Sacchetti per strada? Tutto a posto; denunce di cittadini infuriati? Tutto a posto; l’eco-centro comunale chiuso per sequestro? Tutto a posto; isole ecologiche diventate discariche? Tutto a posto; strade che sembrano diventate favelas brasiliane? Tutto a posto! Noi per mesi – dicono i due consiglieri – abbiamo chiesto interventi decisi per risolvere problemi che stavano diventando giganteschi.infatti, fra qualche settimana, come avevamo previsto, riesploderanno le emergenze per i famigliari RSA, i problemi per i lavoratori esattorie, gli aumenti assurdi dei buoni mensa, una citta’ senza servizi e lei ci dira…tutto a posto! I viterbesi sono entusiasti di lei e della sua giunta”.
“E invece no, non era e non è proprio così, caro sindaco, perché mentre le tasse sui rifiuti continuano ad arrivare puntualmente, i servizi proprio non si vedono! E così associazioni e semplici cittadini sono costretti a subissare di chiamate il comune o addirittura devono di persona ripulire quartieri della città lasciati a se stessi E il sindaco cosa fa?? perde tempo a giocare con la crisi!”.
“Caro sindaco – concludono Galati e Santucci – è finito il tempo delle chiacchiere, delle cene riservate nei ristoranti di lusso, delle conventicole romane…delle telefonate e degli appuntamenti per convincere i consiglieri comunali di minoranza ad aiutarla di nascosto..ormai è tempo che prenda una decisione…ha fatto una lunghissima quanto inutile conferenza stampa per ribadire tutti i record della sua amministrazione. Peccato che abbia dimenticato fra i record da mostrare le tonnellate di spazzatura sparsa in tutte le strade della città. Ci ascolti, se ne vada, prima che davvero, a fare pulizia di voi ci pensino i cittadini”.