Le opposizioni: “Michelini, è ora di andare a casa”

Le opposizioni: “Michelini, è ora di andare a casa”

"La maggioranza Michelini allo sbando e dilaniata dalle correnti interne, incapace di avere la forza ed i numeri per portare avanti quei progetti di sviluppo che promette e poi non ha la capacità di mantenere", firmato "le opposizioni".

ADimensione Font+- Stampa

“La maggioranza Michelini allo sbando e dilaniata dalle correnti interne, incapace di avere la forza ed i numeri per portare avanti quei progetti di sviluppo che promette e poi non ha la capacità di mantenere”, firmato “le opposizioni”.

Nello specifico Fratelli d’Italia, Forza Italia, Fondazione, Cori, Gal e Gruppo Misto. Che nel giorno del consiglio comunale straordinario sulla Sanità hanno assistito all’ennesima impossibilità da parte della maggioranza di tenere in piedi il numero legale. Morale della favola sono anche loro usciti dell’aula decretando il “tutti a casa”.

“L’ultimo esempio – continuano le opposizioni – il consiglio straordinario sulla messa in sicurezza dell’ospedale e degli uffici pubblici dopo gli eventi drammatici dell’ultimo terremoto, fortemente voluto dal consigliere Martina Minchella, delegata alla sanità. A risponde all’appello appena 9 consiglieri – compreso il sindaco – praticamente la parte fioroniana, assenti i renziani/panunziani.

A parte il tema del consiglio, importante, ma non fondamentale considerando lo stato in cui versa da anni l’ospedale di Belcolle, oggetto di promesse mai mantenute, l’intera opposizione non può che constatare la manifesta incapacità di governare della maggioranza, così non si può più andare avanti. I cittadini pagano tasse salatissime per non avere servizi. Non possono pure pagare l’inefficienza di una maggioranza litigiosa, antagonista e inconcludente. Sindaco Michelini faccia almeno il suo dovere di timoniere perché la barca sta affondando”.

Banner
Banner
Banner