Le migliori storie del 2016 (Parte Uno)

Le migliori storie del 2016 (Parte Uno)

La Fune è un giornale che racconta, interroga, va alla scoperta. Ogni domenica accompagniamo i nostri lettori a conoscere persone straordinarie del presente e del passato che hanno vissuto e compiuto le loro azioni nel territorio, riportiamo alla luce vicende singolari fatti e luoghi dimenticati e carichi di fascino.

ADimensione Font+- Stampa

La Fune è un giornale che racconta, interroga, va alla scoperta. Ogni domenica accompagniamo i nostri lettori a conoscere persone straordinarie del presente e del passato che hanno vissuto e compiuto le loro azioni nel territorio, riportiamo alla luce vicende singolari fatti e luoghi dimenticati e carichi di fascino.

La fine dell’anno è sempre momento di bilanci e di sintesi. Abbiamo quindi deciso di ripercorrere l’anno in due tappe, dove evidenziare per filoni tematici le nostre migliori storie.

Le storie della solidarietà

Uno dei fatti più terribili di quest’anno è sicuramente l’ondata di terremoti che ha colpito il Centro Italia. Alcuni avvertiti chiaramente anche nel Viterbese ma che hanno portato distruzione e morte nel Reatino, Umbria e Marche. Tutto questo ha fatto nascere nella Tuscia storie di solidarietà importanti che abbiamo raccontato in TUSCANIA-AMATRICE, IN CAMION TRA GLI ALLEVATORI TERREMOTATI PER COLTIVARE LA SPERANZA. Ma c’è stato anche altro, come l’idea del portiere del Ronciglione United Giuseppe Iacomini che si è inventato un qualcosa di straordinario per partecipare alla ricostruzione di Amatrice e che abbiamo raccontato nella storia AL POSTO DEI GAGLIARDETTI SCAMBIAMOCI I BONIFICI PER AMATRICE.

Le storie sugli etruschi

Il 2016 è stato anche l’anno della riscoperta di Vulci, dove è nata una Fondazione e si sta aprendo una prospettiva davvero interessante, anche in chiave turistica e di valorizzazione del territorio. Oltre a raccontare la cronaca delle importanti scoperte fatte in questi dodici mesi siamo andati a scovare storie particolari come ETRUSCHI – 1837, QUANDO I FRATELLI CAMPANARI FECERO CONOSCERE LE NECROPOLI AL MONDO.

Il racconto di una grande avventura di cui quasi nessuno oggi conserva la memoria. Abbiamo anche giocato con i miti e i misteri nella storia ANDIAMO A PRENDERE UN CAFFE’ NEL REGNO SOTTERRANEO DI AGARTHI, PASSAGGIO ISOLA BISENTINA.

Ci è sembrato interessante anche parlare di scavi archeologici dimentica con LA CIVILTA’ DEL RINALDONE VENNE ALLA LUCE MENTRE SI PIANTAVA UN VIGNETO.

Banner
Banner
Banner