L’auto della scorta di Falcone a Viterbo durante Ombre Festival

L’auto della scorta di Falcone a Viterbo durante Ombre Festival

L'auto della scorta di Falcone a Viterbo per Ombre Festival. La teca contenente i resti della “Quarto Savona Quindici”, auto di scorta del giudice Falcone fatta a pezzi dal tritolo mafioso a Capaci nel ‘92, sarà esposta in città tra l'8 e il 15 luglio all'interno del festival che quest'anno si intitola: 'Omertà, subcultura e ignoranza'. Edizione 2017 tutta dedicata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

ADimensione Font+- Stampa

L’auto della scorta di Falcone a Viterbo per Ombre Festival. La teca contenente i resti della “Quarto Savona Quindici”, auto di scorta del giudice Falcone fatta a pezzi dal tritolo mafioso a Capaci nel ‘92, sarà esposta in città tra l’8 e il 15 luglio all’interno del festival che quest’anno si intitola: ‘Omertà, subcultura e ignoranza’. Edizione 2017 tutta dedicata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Si tratta in particolare della vettura su cui viaggiava Antonio Montinaro, poliziotto e capo scorta del magistrato. Con lui gli altri membri della scorta Vito Schifani e Rocco Di Cillo. Il fatto, dal grande significato simbolico, fa parte di un’iniziativa che risponde al nome di ‘La memoria in marcia’, organizzata dall’associazione ‘Quarto Savona Quindici’ e in collaborazione con la Polizia di Stato. Presidente dell’associazione ‘Quarto Savona Quindici’ è Tina Montinaro, la vedova del caposcorta di Falcone.