La viterbese Rosanna Settembri “regina delle unghie” a Londra

La viterbese Rosanna Settembri “regina delle unghie” a Londra

La signora Settembri da oltre 7 anni porta avanti proficuamente l'attività artigiana della ricostruzione delle unghie, vendita di prodotti relativi e soprattutto della formazione sia di chi si avvicina per la prima volta a questo ampio mondo che di chi vuole migliorare le proprie abilità con corsi specialistici e mirati alla professionalizzazione.

ADimensione Font+- Stampa

Le viterbesi le fanno meglio, le unghie. La notizia arriva da oltre Manica, esattamente dal Nailympia London 2017, dove Rosanna Settembri – titolare del Roxy Nail Store, Nail Center, realtà del Viterbese e punto di riferimento per le appassionate del mondo della ricostruzione delle unghie – ha conquistato il podio (medaglia di bronzo) di una delle più importanti categorie.

La signora Settembri da oltre 7 anni porta avanti proficuamente l’attività artigiana della ricostruzione delle unghie, vendita di prodotti relativi e soprattutto della formazione sia di chi si avvicina per la prima volta a questo ampio mondo che di chi vuole migliorare le proprie abilità con corsi specialistici e mirati alla professionalizzazione.

L’importante competizione si svolge in tre location Internazionali quali Londra, America e Australia e riunisce tutti i maggiori esponenti del settore Nails che è in grande crescita dal punto di vista della creazione di figure professionali.

Il Nailympia 2017 si è svolto nei pressi della Olympia Station, in un grande edificio adibito a fiera e ha ospitato partecipanti provenienti da 25 Paesi del Mondo.

La nostra Rosanna ha portato in alto il nome di Viterbo e della nostra nazione contro concorrenti da tutto il Mondo che si sono sfidati in varie categorie: la sua specialità, che negli ultimi due anni l’aveva portata sul secondo gradino del podio nel 2015 con una medaglia d’argento in seconda categoria e nel 2016 medaglia d’oro e Winner of the Winner di Nail Art sempre in seconda categoria a Londra, confermata poi da una ulteriore medaglia d’oro vinta a Roma durante la manifestazione Nail Pro tenutasi lo scorso novembre, è il Nail Fantasy Complete Look.

Si tratta di realizzare su 10 Tip, che poi andranno applicate sulle unghie di una modella, una rappresentazione da leggersi l’una dopo l’altra raccontando una storia.

Nel 2015 il tema era stato “La storia dell musica”, nel 2016 “Dafne, Apollo e la trasformazione” tratta da “Le Metamorfosi” di Ovidio. Quest’anno il tema è stato “Inno alla Donna”: la sfida era rendere tridimensionale ciò che nell’arte nasce bidimensionale e quindi si passa dalla rappresentazione della Venere e la Primavera del Botticelli, alla Gioconda di Leonardo, la Sibilla Delphica di Michelangelo, la Ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer; nelle unghie centrali troviamo un omaggio alle opere di Frida Kahlo con L’abbraccio amoroso dell’universo, Le due Frida, Il cervo ferito, per poi continuare nell’altra mano con La Vergine di Klimt, Ira P. di Tamara de Limpicka, La donna seduta di Picasso ed infine la Ballerina di Botero.

Un viaggio nell’arte che, con la modella che interpreta magistralmente Frida Kahlo, celebra la donna in un momento storico nel quale la donna è oggetto di violenze, stupri e femminicidi.

Le tip, che sono dei prolungamenti che si attaccano sulle unghie, sono interamente create a mano utilizzando i materiali per la ricostruzione unghie come acrilico, gel e micropittura con vernici acriliche ad acqua. Questi splendidi lavori le hanno consentito di vincere la medaglia di bronzo in terza divisione che è la più alta del settore Nail come Master Internazionale.

Per avvicinare le persone a questo mondo il Roxy Nail Store organizza un party il 7 ottobre alle 19,30 presso il Nath Caffè di Viterbo all’interno del quale ci sarà una sfilata con i lavori premiati indossati dalle modelle che sfileranno intorno alle ore 21,30; il party è su invito e destinato alle clienti del Roxy Nail Store. Un bel risultato, questa medaglia, per una realtà artigiana che offre lavoro a quattro ragazze che sono parte del team.

 

Decarta racconta la Tuscia