Emergenza neve, elicotteri della Forestale fermi a Rieti. Interrogazione di deputati Cinque Stelle, tra cui Bernini

Emergenza neve, elicotteri della Forestale fermi a Rieti. Interrogazione di deputati Cinque Stelle, tra cui Bernini

Elicotteri della Forestale fermi a Rieti e impossibilitati a volare in piena emergenza sisma. Altra farsa burocratica. A sollevare la questione, nei giorni scorsi, alcuni deputati del Movimento Cinque Stelle, tra cui il viterbese Massimiliano Bernini.

ADimensione Font+- Stampa

Elicotteri della Forestale fermi a Rieti e impossibilitati a volare in piena emergenza sisma. Altra farsa burocratica.
A sollevare la questione, nei giorni scorsi, alcuni deputati del Movimento Cinque Stelle, tra cui il viterbese Massimiliano Bernini.

“A quanto si apprende da notizia di stampa l’ex base operativa degli elicotteri del Corpo Forestale dello Stato di Rieti, presso l’aeroporto Ciuffelli, risulta attualmente chiusa con ben tre elicotteri fermi per l’espletamento delle procedure tecniche e burocratiche per l’acquisizione da parte dell’Arma dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, con il personale impegnato a svolgere il corso di militarizzazione a seguito dell’accorpamento del CFS nel CC – scrive sul proprio blog l’onorevole pentastellata Patrizia Terzoni -. Nel caso ciò corrisponda al vero chiediamo l’immediato sblocco di quegli elicotteri della Forestale, che sono perfettamente attrezzati per atterrare sulla neve e portare soccorso in situazioni critiche come quella nella quale si trova l’area colpita da terremoto e maltempo, difficilmente raggiungibili coi mezzi terrestri.

E’ questa la richiesta fatta dal M5S attraverso una interrogazione che verrà quanto prima depositata dalla sottoscritta, da Massimiliano Bernini e dalla collega del Senato Elena Fattori.

“Vogliamo ricordare che quei mezzi sono stati attivi fino al 31 dicembre – sostengono- e che durante l’emergenza sisma del 24 agosto la base di Rieti e il suo personale avevano garantito l’operatività con decine di interventi di soccorso nelle zone terremotate. Per fare chiarezza su questa vicenda presenteremo un’interrogazione alla Camera. Nell’interrogazione chiederemo anche se corrisponda al vero che in questa fase vi sono altrimenti mezzi non utilizzati presso gli aeroporti di Pescara e di Roma Urbe.

Ci arrivano inoltre segnalazioni che a Roma, Rieti, Ciampino, Pescara, quali sedi del Centro Operativo Aereo del Corpo Forestale dello Stato, ci sono complessivamente dieci elicotteri che sono fermi e con il personale nello sconforto più totale. Questo blocco sarebbe dovuto al passaggio, dopo la riforma Madia, di uomini e mezzi della Forestale ai Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di finanza e Vigili del Fuoco. Oggi, come ogni anno, avrebbero potuto e, più di tutto, voluto portare soccorso in quelle zone che sono state colpite dalla violenza meteorologica. Avrebbero potuto trasportare i soccorsi, avrebbero potuto aiutare ma non possono perché fermi a causa di un incomprensibile stallo nella firma dei decreti che dovrebbero assegnare mezzi e strutture alle varie amministrazioni che hanno fagocitato il beneamato Corpo. Una situazione che deve far riflettere”.

Banner
Banner
Banner