Cinema Genio, Barelli: “Andiamo avanti con il bando”

Cinema Genio, Barelli: “Andiamo avanti con il bando”

Questa la risposta che arriva dalla giunta al commissario del Consorzio Biblioteche Paolo Pelliccia, che nei giorni scorsi aveva candidato il Consorzio stesso come gestore dello storico cinema-teatro.

ADimensione Font+- Stampa

“Andare avanti con il bando”, è questa la linea dell’amministrazione Michelini sulla partita per la riapertura del Cinema Genio. Un’impresa che gli attuali inquilini di Palazzo dei Priori reputano possibile solo affidandosi al mercato e agli investitori privati. Senza se e senza ma.

E’ netto l’assessore Giocomo Barelli, che delle vicenda si è fatto portavoce. “Pur rimanendo tutta l’amministrazione a disposizione per confrontarci con i soggetti del territorio – mette nero su bianco in una nota – riteniamo che per ciò che concerne il cinema Genio la scelta fatta dalla giunta sia la migliore e la più trasparente per il rilancio del cinema”.
”Preciso – continua Barelli – che il Consorzio Biblioteche vive di fondi pubblici, che gravano in maniera ancora più importante sul Comune con il venir meno della Provincia e pertanto il rilancio del cinema Genio che necessita di investimenti importanti non può certamente passare dalle casse delle pubblica amministrazione e dalle tasche dei cittadini.

Abbiamo ritenuto pertanto che la via maestra fosse quella di rivolgersi ai privati e al mercato, anche in considerazione del fatto che per una gestione proficua ed efficiente è necessario rivolgersi a professionisti del settore. Confermiamo pertanto la scelta del bando pubblico che è la scelta migliore e più trasparente per individuare il soggetto privato a cui affidare il futuro della multisala Genio. Per noi ridare un cinema a questa città è un obiettivo imprescindibile, stiamo facendo e faremo di tutto per raggiungerlo senza perdere ulteriore tempo. Il cinema Genio è un patrimonio di tutti e la sua riapertura può essere veramente uno dei volani per la nascita del centro e uno dei fiori all’occhiello di questa amministrazione”.

Questa la risposta che arriva dalla giunta al commissario del Consorzio Biblioteche Paolo Pelliccia, che nei giorni scorsi aveva candidato il Consorzio stesso come gestore dello storico cinema-teatro. Sulla questione si sono pronunciati in queste ore tre consiglieri comunali – Francesco Moltoni e Sergio Insogna della minoranza e Marco Volpi della maggioranza – chiedendo di aprire una discussione sulla proposta di Pelliccia. Richieste che l’amministrazione è però chiaramente intenzionata a cassare.