A scuola d’impresa, Saggini costruzioni apre lo Smart Village del Murialdo agli studenti per il ‘Piccole e Medie Imprese Day’

A scuola d’impresa, Saggini costruzioni apre lo Smart Village del Murialdo agli studenti per il ‘Piccole e Medie Imprese Day’

Saggini Costruzioni apre le porte dello smart village del Murialdo agli studenti il prossimo 13 novembre. Questa è l'occasione per i giovani studenti viterbesi per entrare a contatto con le storie e le caratteristiche della cultura d'impresa.

ADimensione Font+- Stampa

La cultura imprenditoriale è quanto di più importanti per le sorti di un territorio. Fondamentale almeno quanto la buona politica. Da qui l’importanza di trasmettere questa attitudine alle nuove generazioni.

In questa prospettiva il prossimo 13 novembre apre il ‘Piccole e Medie Imprese Day – Industriamoci’, promosso dalla piccola industria nazionale in collaborazione con le associazioni territoriali di Confindustria.

L’obiettivo dell’iniziativa è mostrare ai giovani il mondo dell’impresa e le sue opportunità, cercando di trasmettere ai ragazzi i valori della cultura imprenditoriale. Il Pmi day è pensato per contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva delle aziende e il loro impegno giornaliero in favore della crescita, attraverso un momento di esperienza diretta sul campo. Le imprese che aderiscono al Pmi Day aprono infatti le porte dei propri stabilimenti agli studenti che hanno così l’occasione non solo di visitare i reparti e i macchinari utilizzati per la produzione, ma anche di ascoltare, direttamente dalla voce degli imprenditori, la storia dell’azienda, e scoprire, dalle persone che ne fanno parte, l’orgoglio, i valori e la cultura che sottostanno al loro lavoro quotidiano.

“Il Pm day – afferma Vittoria Carli coordinatrice del Pmi Day di Unindustria – testimonia la grande volontà delle nostre imprese di scommettere sul futuro guardando ai giovani. Per gli studenti la partecipazione al Pmi day è una importante occasione per cominciare a immaginare il loro futuro lavorativo, magari proprio in una piccola impresa.

Quest’anno il focus dell’iniziativa è il tema dell’innovazione nel senso più ampio del termine, che delinea un nuovo modo di pensare e di fare impresa. Le trasformazioni attuali riguardano le sfide tecnologiche di Industria 4.0: oltre il 50% degli investimenti in innovazione nel mondo sono dedicati al digitale. Dall’integrazione digitale-manifattura nascono fabbriche e prodotti del futuro capaci di affiancare virtuale e reale, aumentare la competitività, sviluppare nuovi modelli di business, presidiare i mercati. Si richiedono inevitabilmente nuove competenze. Un’opportunità importante – conclude Carli– sia per i giovani in cerca di primo impiego, sia per le imprese che possono così acquisire e formare nuove risorse”.

In questa edizione sono 21 le aziende associate a Unindustria, che apriranno le porte agli studenti di scuole superiori e Istituti Tecnici, alle loro famiglie, insegnanti, ma anche agli amministratori degli enti locali ed a tutti coloro che interagiscono con l’attività delle imprese.

A Roma le aziende interessate saranno Consilia, Ega Congressi, Gruppo Ised, Italtelec, Luiss Enbals, Proge Software, Softlab, The Triumph, Zanchi; a Frosinone Carind, Gran Tour, Mondoesa Lazio, Sogef; a Latina Atm, Ing. Gaeta & c. sistemi elettrici, Mappi International, Cantina Villa Gianna; a Rieti GalaTech, Phoenix, Telpress, Lombardini e a Viterbo l’azienda Saggini. Verrà mostrato agli studenti lo ”Smart Village Murialdo’‘, il complesso residenziale composto da 4 palazzine progettate e costruite seguendo gli standard energetici dell’Agenzia Casaclima di Bolzano. Saranno visitati sia gli appartamenti in costruzione che quelli finiti, in modo da far vedere al meglio gli aspetti costruttivi impiantistici e domotici.

La manifestazione, come di consueto, è inserita nell’ambito della Settimana della Cultura d’impresa e rientra tra gli eventi della Settimana Europea delle Pmi organizzata dalla Commissione Europea.