15 milioni di euro nella Tuscia, la Regione lazio approva tre Gal

15 milioni di euro nella Tuscia, la Regione lazio approva tre Gal

Si tratta di fondi da destinare a partire dal settore agricolo all’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali, all’avvio di nuove imprese, allo sviluppo della filiera dell’energia rinnovabile, al turismo e all’agricoltura sociale.

ADimensione Font+- Stampa

In Teverina, Etrusco Cimino e Alto Lazio sono i nomi dei tre Gal(Gruppi di Azione Locale) dei quali sono stati approvati dalla Regione Lazio i Piani di Sviluppo locale per la provincia di Viterbo con un finanziamento di circa 15 milioni di euro da destinare a partire dal settore agricolo all’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali, all’avvio di nuove imprese, allo sviluppo della filiera dell’energia rinnovabile, al turismo e all’agricoltura sociale.

”Siamo veramente molto soddisfatti – dichiara Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio Viterbo – per questo risultato che genera ingenti investimenti nel territorio della Tuscia, favorendo un sostanziale rilancio della nostra economia che a partire dal comparto agricolo potrà trarre benefici in tutti i settori. Un esito frutto di un ottimo lavoro di squadra, coordinato e progettato dall’Ente camerale grazie anche all’apporto del CeFAS, in collaborazione con le associazioni di categoria, i Comuni e alcuni soggetti privati che hanno voluto aderire, e con il supporto dei consiglieri regionali espressione del nostro territorio. A questo punto non possiamo assolutamente mancare a questo appuntamento con la crescita economica locale, proprio in una fase in cui si stanno palesando interessanti segnali di ripresa”.

I Gal sono espressione di partenariati pubblico-privato che operano secondo l’approccio Leader cofinanziato dall’Unione Europea. Quello dell’Alto Lazio interessa il territorio che ricade nei Comuni di Acquapendente, Arlena di Castro, Canino, Cellere, Farnese, Gradoli, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Latera, Onano, Piansano, Proceno, San Lorenzo Nuovo, Tessennano, Valentano. Il Gal Etrusco Cimino interessa invece i Comuni di Canepina, Capranica, Caprarola, Carbognano, Ronciglione, Sutri, Vallerano, Vetralla e Vignanello. Mentre il Gal In Teverina ricade nei Comuni di Bagnoregio, Bolsena, Bomarzo, Capodimonte, Castiglione in Teverina, Celleno, Civitella d’Agliano, Graffignano, Lubriano, Marta e Montefiascone. All’approvazione dei piani di sviluppo dei Gal si aggiunge quella del Flag Lago di Bolsena, finalizzato allo sviluppo dell’economia delle acque interne con un contributo di oltre 1 milione di euro. I Flag sono i Gruppi di Azione Locale nel settore della Pesca e sono finanziati dal Fondo Europeo per gli Affari marittimi e della pesca. Quello del Lago di Bolsena interessa i Comuni di Marta, Bolsena, Montefiascone, San Lorenzo Nuovo, Gradoli e Capodimonte.

Banner
Banner
Banner