Tutto pronto per la scuola di politica del Centro Studi Aldo Moro

Tutto pronto per la scuola di politica del Centro Studi Aldo Moro

Un luogo pensato soprattutto per i giovani, dove saranno trasferite capacità tecniche ma soprattutto prospettive e idee. L'iniziativa è curata dall'ala popolare del Partito Democratico, che fa riferimento all'onorevole Giuseppe Fioroni,

ADimensione Font+- Stampa

Al via la scuola di politica promossa dal Centro Studi Aldo Moro di Viterbo. Questa mattina la presentazione ufficiale, presso la sala conferenze della Fondazione Carivit.

Un luogo pensato soprattutto per i giovani, dove saranno trasferite capacità tecniche ma soprattutto prospettive e idee. L’iniziativa è curata dall’ala popolare del Partito Democratico, che fa riferimento all’onorevole Giuseppe Fioroni. Presidente Aldo Fabbrini, direttore Lucio D’Ubaldo e condirettore lo stesso Beppe viterbese. La prima campanella suonerà il 29 ottobre e la sede sarà divisa tra il Balletti Park Hotel e il Balletti Mini Palace Hotel. Diciotto lezioni in tutto, divise in due rami da nove incontri. A introdurre il primo incontro sarà Fioroni, con un convegno su Aldo Moro. Sarà possibile iscriversi fino al 25 ottobre e al momento si contano una quarantina di adesioni.

Il programma del corso

Prima Parte
Aldo Moro, protagonista della democrazia italiana – Giuseppe Fioroni
Le Autonomie Locali nel pensiero di Luigi Sturzo – Oscar Gaspari
La nuova concezione dello stato nella scelta dei costituenti cattolici – Marco Olivetti
De Gasperi e la ricostruzione del mondo – Lucio D’Ubaldo
Il Welfare, scelta di civiltà: quali compatibilità possibili per il futuro – Pierciro Galeone
Il Modello “umano” di sanità – Enrico Garaci
L’Europa e le politiche di coesione – David Sassoli e Enrico Gasbarra
Il sindacato, forza di cambiamento e partecipazione – Giovanni Faverin
L’Italia è (ancora) un paese civile? – Filippo La Porta
L’Inquietudine dell’occidente: democrazia o post-democrazia? – Flaminia Saccà

Seconda Parte
Il ruolo e le funzioni dei comuni – Giuseppe Rinaldi
L’ordinamento della finanza locale – Silvia Scozzese
I problemi dell’autonomia tributaria – Giampaolo De Paulis
La riscossione dei tributi – Alessio Foligno
Organizzazione e personale degli enti locali – Gianfranco Rucco
Ambiente e territorio – Roberto Mostacci
La politica dell’accoglienza per immigrati e rifugiati – Luca Pacini
La sfida dell’amministrazione digitale – Donato Limon
L’organizzazione dei dati e delle procedure: l’innovazione al servizio del cittadino – Salvatore Turano

Banner
Banner
Banner