Subito i fuochi d’artificio in Consiglio con la lite Barelli e Ciorba: “Mi minacci?”

Subito i fuochi d’artificio in Consiglio con la lite Barelli e Ciorba: “Mi minacci?”

Di fronte al sindaco Michelini Marco Ciorba e Giacomo Barelli hanno battibeccato per alcuni secondi con il presidente che gli ha urlato: “Non mi minacciare”.

ADimensione Font+- Stampa

Subito i fuochi d’artificio con la lite Barelli e Ciorba. Il Consiglio comunale del pomeriggio inizia col botta e risposta tra Marco Ciorba e Giacomo Barelli. Ancor prima dell’inizio dei lavori, prima dell’appello l’assessore ha appreso che probabilmente il presidente non aveva intenzione di farlo parlare, probabilmente per il rispetto del Regolamento del Consiglio comunale.

Di fronte al sindaco Michelini Marco Ciorba e Giacomo Barelli hanno battibeccato per alcuni secondi con il presidente che gli ha urlato: “Non mi minacciare”. Dopo un breve silenzio Barelli ha chiesto al Sindaco, sempre prima dell’appello, il perché. Freddo il sindaco che ha chiesto a Barelli di stare calmo prima che quest’ultimo uscisse dall’aula autonomamente.

Decarta racconta la Tuscia