Si riparte dal canile di Bagnaia: oggi il tema potrebbe essere discusso in Consiglio

Si riparte dal canile di Bagnaia: oggi il tema potrebbe essere discusso in Consiglio

Oggi il Consiglio comunale torna a riunirsi alle 15.30 e il tema da affrontare dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, essere proprio quello del Canile di strada Novepani.

ADimensione Font+- Stampa

Si riparte dal canile di Bagnaia. Oggi il Consiglio comunale torna a riunirsi alle 15.30 e il tema da affrontare potrebbe, il condizionale è d’obbligo, essere proprio quello del Canile di strada Novepani. Da tempo in Canile vive in una situazione di disagio e non è chiaro ancora quali siano le intenzioni della maggioranza e dell’amministrazione. Si spinge in direzioni opposte, con parte del centrosinistra che sono ostili, Arduino Troili su tutti, all’ubicazione a Bagnaia in quel luogo della struttura.

Nelle scorse settimane le associazioni animalisti si sono dette pronte alla guerra con l’amministrazione, qualora non fosse pronta alla collaborazione. “Offriamo – avevano scritto – la nostra piena collaborazione così come abbiamo fatto questa estate, e a tal proposito ci chiediamo come mai le nostre ‘linee guida’ per la riduzione del randagismo e conseguentemente delle spese pubbliche non siano mai state considerate e ci si sia solo accaniti sul canile di strada Novepani”.

Sul tema anche il Movimento 5 Stelle che si è detto intenzionato a “sbloccare la gravosa situazione” del Canile comunale “credendo che un suo buon funzionamento possa restituire respiro alla insistente problematica del randagismo e favorire il corretto processo di adozione degli animali, restituendo e riconoscendo centralità all’importante ruolo svolto da tale struttura negli anni, ritenendo che possa rappresentare per il futuro una struttura di pregio e vanto per l’intera comunità”.

Il centrosinistra su questo tema è stato ondivago. Nel 2013 aveva confermato la linea della precedente amministrazione che aveva l’idea di progettare un nuovo canile, salvo poi superarla nel 2015 con una delibera che indicava un’idea nuova, ovvero quella di realizzare un canile nuovo tramite project financing in altra località. La stessa posizione è stata revocata, almeno a parola, in seguito alle polemiche e all’intervento dell’ex capogruppo del Pd Francesco Serra che ha proposto al Consiglio di tornare alla delibera del 2013.

Natale Viterbo