Serra torna a condannare Michelini: “lo abbiamo già sfiduciato, ne prenda atto”

Serra torna a condannare Michelini: “lo abbiamo già sfiduciato, ne prenda atto”

Il capogruppo del Partito Democratico Francesco Serra ha risposto anche a Livio Treta che aveva addossato le responsabilità della scarsa produttività dell'amministrazione Michelini agli ovvero ai serra-panunziani.

ADimensione Font+- Stampa

Serra torna a condannare l’amministrazione Michelini: “abbiamo già sfiduciato Michelini, che bisogno c’è di andare in Consiglio? Ne prenda atto”. Il capogruppo del Partito Democratico Francesco Serra ha risposto anche a Livio Treta che aveva addossato le responsabilità della scarsa produttività dell’amministrazione Michelini agli ovvero ai serra-panunziani.

 

Livio Treta dice che l’amministrazione Michelini è stata frenata dalla componente ex-Ds. È così?
“Andiamo avanti..”

È più difficile operare una persona a cuore aperto o la politica?
“Sicuramente la politica, come diceva Einstein che era più difficile la politica della fisica”.

Avete paura di essere cacciati dal Pd?
“Come Renzi, io ho il Pd nel cuore e me ne fregherebbe eccome, ma me ne farei una ragione. Se mi dovessero cacciare vorrebbero dire che vogliono un altro Pd”.

Questa prospettiva le potrebbe far cambiare idea?
“No assolutamente, dovrebbero essere altre le cose per farmi cambiare idea. Sicuramente non la minaccia di esplusione”.

Quali sono queste cose che potrebbero farvi cambiare idea?
“Bella domanda, le cerco pure io ma non le trovo. Vediamo se qualcuno riesce a suggerirmela qualcuna, al momento non ce l’ho”.

Aspettate per rispetto per il segretario regionale del Pd Fabio Melilli?
“Non dobbiamo aspettare niente, il dato politico è evidente. Dobbiamo andare in Consiglio a chiedere la mozione di sfiducia? Ci abbiamo messo la faccia, il sindaco prenda atto cosa ha detto il gruppo del Pd. Non siamo 4 cani sciolti, siamo in 7 ovvero la maggioranza del gruppo del Pd. Dovrà fare delle valutazioni. Poi aspetteremo anche delle indicazioni dal Partito, ma la decisione alla fine è nostra”.

Arriverete in Consiglio a proporre la sfiducia?
“Non credo ci sia queste necessità, la sfiducia l’abbiamo già data”.

Insomma deve essere il sindaco a prenderne atto?
“Pure lui aspetta ma dovrebbe tenere conto dei fatti. Sembra che la vicenda sia all’interno del Pd. La questione si è innescata su questioni amministrative e di metodo. In particolare sulla vicenda del Revisore dei Conti e sulla revoca dell’assessore Vannini. La questione è politica per quel che riguarda la gestione dell’amministrazione. Sulle vicende romane vedremo, probabilmente ci diranno di rientrare, ma vedremo”.

Giovedì c’è la capigruppo, come andrà?
“Diremo che c’è un problema politico, si convocherà il Consiglio che vedrà se ci sarà la maggioranza”.

Voi 7 andrete?
“Ti ho già risposto, dicendo che si vedrà se ci sarà la maggioranza o no”.

Revisori dei Conti, Francesco Serra ha toppato (leggi qui)?
“Sono piuttosto sereno”.

L’esposto in Procura di Lorenzo Ciorba c’è o no?
“Non me ne sono curato, sono sereno”.