Scuole nella Tuscia, si amplia l’offerta formativa

Scuole nella Tuscia, si amplia l’offerta formativa

Si amplia l’offerta formativa nelle scuola della Tuscia per l’anno scolastico 2018/2019. Da settembre saranno infatti attivati nuovi corsi di studio e torneranno ad aprirsi le porte di una scuola fino a oggi chiusa.

ADimensione Font+- Stampa

Si amplia l’offerta formativa nelle scuola della Tuscia per l’anno scolastico 2018/2019. Da settembre saranno infatti attivati nuovi corsi di studio e torneranno ad aprirsi le porte di una scuola fino a oggi chiusa.

Una crescita culturale che arriva nel Viterbese a seguito del via libera al piano di dimensionamento scolastico approvato dalla Regione Lazio su proposta del vicepresidente con delega alla scuola: “Si chiude un quinquennio in cui abbiamo lavorato all’incremento dell’offerta formativa nella nostra regione. Le decisioni sono sempre state prese attraverso un confronto continuo e costruttivo con enti locali, Ufficio Scolastico Regionale, istituzioni scolastiche, sindacati, studenti e famiglie – ha dichiarato il vicepresidente, Massimiliano Smeriglio, che ha aggiunto “in
particolare abbiamo tenuto conto delle vocazioni dei territori, lavorando alla valorizzazione delle specificità”.
assimiliano Smeriglio.

L’ampliamento riguarderà nel dettaglio: l’Istituto tecnico Leonardo da Vinci di Viterbo nel quale verrà attivato il corso in chimica materiali e biotecnologie – articolazione biotecnologie sanitarie; l’istituto professionale Colasanti, a Civita Castellana, dove partirà il percorso di II livello (ex corsi serali); il Liceo scientifico – Istituto Omnicomprensivo Leonardo Da Vinci ad Acquapendente prenderà il via il corso in scienze applicate.

Il piano dimensionamento regionale 2018/2019 prevede infine la riapertura del plesso di scuola secondaria di primo grado di Monte Romano che verrà aggregata all’istituto comprensivo statale Piazza Marconi di Vetralla.

Decarta racconta la Tuscia