San Pellegrino in Fiore 2018, tripudio di fiori e di turisti

San Pellegrino in Fiore 2018, tripudio di fiori e di turisti

Giorno uno. San Pellegrino in Fiore 2018 ha ufficialmente tagliato il nastro inaugurale e ha dato il via ad un weekend di fiori, ma soprattutto di turismo.

ADimensione Font+- Stampa

Giorno uno. San Pellegrino in Fiore 2018 ha ufficialmente tagliato il nastro inaugurale e ha dato il via ad un weekend di fiori, ma soprattutto di turismo.

Il viaggio, rigorosamente a piedi, inizia in Via San Pietro dove già compaiono i primi banchi pieni di fiori che ci accompagnano per mano a Piazza San Pellegrino, cuore pulsante della città medievale decorata con giochi d’acqua e postazioni preparate apposta per qualche scatto da portarsi a casa.

Lungo Via San Pellegrino è l’odore dei fiori che la fa da padrone, ma soprattutto l’ondeggiare dei colori degli zaini sulle spalle dei turisti che, a gruppi grandi e piccoli, si muovono capitanati dalle guide turistiche che tutto l’anno mostrano le bellezze viterbesi: un melting pot di dialetti, di lingue diverse, grandi, piccoli e anziani tutti con il naso all’insù ad ammirare la bellezza del posto in cui viviamo.

Il giardino di Piazza San Carluccio è un tripudio di garofani e aiuole multicolore, ogni negozio, bar o piccolo punto di ristoro ha decorato a modo suo il proprio pezzetto di verde: l’odore della lavanda, sistemata in cespugli in un angolo della piazza, arriva così forte da non poter sentire altro.

A Piazza Scacciaricci, i ragazzi e gli operatori di Villa Rosa hanno allestito un piccolo angolo di paradiso, vecchi pantaloni jeans ripieni di fiori, vasi smaltati con colori brillanti fioriti con margherite di diversa forma e colore.


Piazza della Morte, il ponte del Duomo, Piazza del Gesù formano un itinerario decorato a colpi di girasoli e rose colorate che accompagna per mano verso il clou della manifestazione, la piazza che tutti quei turisti hanno visto almeno una volta magari su una rivista.

E l’impatto è proprio degno di una rivista: Piazza San Lorenzo, in grande spolvero, diviene un’area verde con fontane e spazi per sedersi con alle spalle, fiero, Palazzo Papale che troneggia tra il giallo e il rosa dei fiori sistemati sulla scalinata e tra le bifore della loggia.

L’ edizione 2018 di San Pellegrino in Fiore è caratterizzata dalla cura dei dettagli e dal gran numero di espositori che hanno deciso di investire in questo evento anche con un piccolissimo banco posto in un punto strategico. Chiediamo ai passanti che incontriamo lungo il cammino cosa pensino della manifestazione e tutti sono concordi nel dire che “per questo ponte lungo del primo Maggio, Viterbo è stata sicuramente la scelta giusta”.