Quartieri dell’Arte riempie le pagine dei giornali nazionali e fa il pienone a Tuscania

Quartieri dell’Arte riempie le pagine dei giornali nazionali e fa il pienone a Tuscania

Quartieri dell’Arte ieri ha esordito alla grande con Mi sa che fuori è Primavera, adattamento teatrale di Gaia Saitta del libro della nota giornalista Concita De Gregorio messo in scena da Giorgio Barberio Corsetti

ADimensione Font+- Stampa

Pienone a Tuscania e sui giornali nazionali. Quartieri dell’Arte ieri ha esordito alla grande con Mi sa che fuori è Primavera, adattamento teatrale di Gaia Saitta del libro della nota giornalista Concita De Gregorio messo in scena da Giorgio Barberio Corsetti, uno dei più importanti registi italiani nel mondo.

Ha riempito il Supercinema, e sarà così probabilmente anche per le repliche in programma fino al 9 settembre, ma anche i quotidiani nazionali: dal Corriere della Sera a Il Messaggero, da La Repubblica al Tempo fino ai tg regionali della Rai, tante le citazioni del Festival Quartieri dell’Arte in queste ore.

Presenti anche alcuni importanti critici per assistere al debutto della messa in scena di Barberio Corsetti, sold-out già dalle prime ore della giornata per la Prima mondiale co-prodotta dal Festival Quartieri dell’Arte insieme a Fondazione Odyessea, Fattore K e Forteresse.

Mi sa che fuori è Primavera è la storia di Irina, la mamma delle due gemelline Schepp rapite dal padre dopo la separazione. Mathias, il padre, si suicidò poco dopo non lasciando traccia delle bambine, mai più ritrovate.

Banner
Banner
Banner