Pd viterbese, adesso cosa accadrà?

Pd viterbese, adesso cosa accadrà?

Che ne sarà del Partito Democratico viterbese? Meglio: cosa accadrà della classe dirigente del Pd della Tuscia? Ufficialmente nessun etrusco ha aderito alle posizioni della minoranza dem, tutti i maggiorenti locali sono saliti sul carro di Renzi.

ADimensione Font+- Stampa

Che ne sarà del Partito Democratico viterbese? Meglio: cosa accadrà della classe dirigente del Pd della Tuscia? Ufficialmente nessun etrusco ha aderito alle posizioni della minoranza dem, tutti i maggiorenti locali sono saliti sul carro di Renzi. Carro affossato dal voto del referendum di questa domenica.

Brutto colpo per un’intera classe dirigente locale che da stamattina dovrà capire come andare avanti. Martedì Renzi riunirà il partito e bisogna attendere per capire quali saranno le sue decisioni. La situazione locale è piuttosto ingarbugliata. I renziani viterbesi infatti, eccetto gli aderenti a Piazza Democratica, sono renziani di seconda battuta. Schierati col segretario dopo essere stati dalla parte di Cuperlo e passati con il fiorentino solo dopo la sconfitta dell’altro al congresso nazionale.

Ora una nuova batosta ma nuove piroette potrebbero non riuscire a tutti. Si apre uno spazio particolarmente insidioso e incerto, con la possibilità di nuove elezioni a breve. Tema su cui sarà chiamato a decidere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nei prossimi giorni. Il quadro che si è delineato con il voto apre spazi politici importanti, che potrebbero favorire anche diverse rottamazioni.

 

Banner
Banner
Banner