Pane e zucchero e salto con la corda. A Viterbo ritornano i giochi e le merende di una volta

Pane e zucchero e salto con la corda. A Viterbo ritornano i giochi e le merende di una volta

L’ultimo weekend di settembre a Viterbo si fa un salto indietro nel tempo. L’iniziativa è promossa dall’Associazione RI.MA che organizza nelle giornate del 23 e 24, in Piazza Unità d’Italia, una serie di iniziative che hanno per protagonisti i giochi che erano in voga anni fa e che divertivano tutti quei bambini che ormai sono diventati adulti.

ADimensione Font+- Stampa

L’ultimo weekend di settembre a Viterbo si fa un salto indietro nel tempo. L’iniziativa è promossa dall’Associazione RI.MA che organizza nelle giornate del 23 e 24, in Piazza Unità d’Italia, una serie di iniziative che hanno per protagonisti i giochi che erano in voga anni fa e che divertivano tutti quei bambini che ormai sono diventati adulti.

Chi non ricorda le belle merende preparate dalla nonna a base di pane e marmellata o pane e zucchero? I pomeriggi, quelli belli davvero, erano quelli passati all’aperto in compagnia degli amici e di un panino nella tasca dei pantaloni che dovevano essere assolutamente lavati una volta tornati a casa. Niente merendine confezionate, niente rete wi fi.

‘C’era una volta…merende e giochi‘ è un’iniziativa che coniuga tradizione e modernità: nella giornata del 23 settembre saranno esposti dei lavori eseguiti da varie scuole del Viterbese e nella giornata conclusiva del 24 si ripercorreranno quei pomeriggi con le classiche merende preparate in casa e i giochi fatti nelle piazze e nelle strade.

Pane e zucchero, pane e cioccolata, quattro cantoni e il salto con la corda saranno i protagonisti di due pomeriggi spensierati che uniranno i bambini di ieri con i bambini di oggi che , molto spesso, dimenticano che giocare all’aperto è l’essenza stessa di essere bambini. In un tempo dove i tablet e gli apparecchi elettronici diventano sempre più spesso i migliori amici dei nostri figli, l’Associazione RI.MA riporta le lancette dell’orologio indietro e, con oggetti semplici e pochi ingredienti genuini, regala a ragazzini di tutte le età due pomeriggi di spensieratezza.

Parola d’ordine: divertiamoci e riscopriamo la voglia di passare del tempo insieme guardandoci negli occhi. Appuntamento al 23 settembre per un fine settimana di allegria e condivisione.