L’opposizione compatta: “Ci facciano discutere i nostri emendamenti”

L’opposizione compatta: “Ci facciano discutere i nostri emendamenti”

La minoranza in conferenza stampa a chiesto proprio questo: la possibilità di discutere delle proprie proposte, una per una. “Non vogliamo fare ostruzionismo, siamo stati responsabili nel presentare emendamenti mirati. Vogliamo discuterli”, hanno detto ieri i rappresentanti delle minoranze.

ADimensione Font+- Stampa

“Ci diano modo di discutere gli emendamenti”. L’opposizione al completo, incluso in via eccezionale questa volta anche il Movimento 5 Stelle, chiede che venga rispettata e che le sia riconosciuto il diritto di discutere delle proprie proposte di modifica del bilancio comunale.

Sono circa 500 in tutto gli emendamenti, in larga parte dei 5 Stelle, che sono stati presentati. In generale si parla molto di Pratogiardino, oggetto di varie proposte da parte di varie formazioni politiche da Forza Italia al Gal, passando per Fratelli d’Italia. Si parla anche di sicurezza e di promozione del turismo. Su questo tema è proprio la maggioranza ad essere spaccata a causa delle posizioni assunte da Viva Viterbo che ha chiesto più impegno e che hanno scatenato l’inferno in casa Michelini. Una spaccatura che rischia di mettere a dura prova Michelini e che quindi potrebbe trasformare il Consiglio in una lunga melina tra le parti per trovare la chiave di volta della discussione, riducendo lo spazio per la discussione degli emendamenti.

La minoranza così ha deciso ieri pomeriggio di organizzare una conferenza stampa in Comune per chiedere proprio questo: la possibilità di discutere delle proprie proposte, una per una. “Non vogliamo fare ostruzionismo, siamo stati responsabili nel presentare emendamenti mirati. Vogliamo discuterli”, hanno detto ieri i rappresentanti delle minoranze.

Banner
Banner
Banner