Hristos a inviat! – La Pasqua ortodossa a Viterbo

Hristos a inviat! – La Pasqua ortodossa a Viterbo

La comunità ortodossa romena sta festeggiando la Pasqua, che quest’anno cade domenica 8 aprile. Una settimana dopo la Pasqua Cattolica. Da lunedì è iniziata la Settimana Santa, con riti solenni e tanto di veglia su via Saffi, davvero suggestiva.

ADimensione Font+- Stampa

La comunità ortodossa romena sta festeggiando la Pasqua, che quest’anno cade domenica 8 aprile. Una settimana dopo la Pasqua Cattolica. Da lunedì è iniziata la Settimana Santa, con riti solenni e tanto di veglia su via Saffi (centro della comunità ortodossa romena, davvero suggestiva.

Venerdì Santo, Vinerea Mare, o il Venerdì della Passione di Cristo è il giorno della processione serale con il Crocefisso, intorno alla Chiesa, alla quale partecipano tutti i fedeli. È un giorno di lutto digiuno assoluto, post negru, come viene chiamato, il più importante durante la Quaresima.

Sabato, le donne romene fanno gli ultimi preparativi per la Pasqua, secondo le usanze gastronomiche della propria regione: sarmale (involtini di verza con ripieno di riso e carne), agnello al forno e come dolci, drob – pasticcio di carne al forno, cozonac (un dolce che assomiglia al panettone, con ripieno di cioccolato e uvetta) e la pasca, ricetta con formaggio dolce, fatta al forno. Tutti gli alimenti fatti in casa verranno portati poi in Chiesa , per la benedizione pasquale.

Alle 23 di sabato sera la Santa Messa della Resurrezione: alle 24:00, viene annunciata la Resurrezione di Cristo e il sacerdote porta un cero acceso con la Luce santa, trasmessa poi a ogni fedele, che ha una propria candela. Il sacerdote annuncia più volte “Cristo e risorto!” – Hristos a inviat! e i fedeli rispondono “In verità è risorto!” – Adevarat a inviat!. Dopo la Santa Liturgia, i fedeli rientrano nelle loro case, cercando di mantenere accese le candele. Una volta arrivati, possono consumare i cibi tradizionali.

La festa di Pasqua continua domenica e lunedì. Molti romeni scelgono di andare in una gita fuori porta, per preparare la carne alla griglia e stare insieme.