Gli antichi romani tornano per salvare Ferento dall’oblio e dal degrado. Evento spettacolare 3 e 4 giugno

Gli antichi romani tornano per salvare Ferento dall’oblio e dal degrado. Evento spettacolare 3 e 4 giugno

Gli antichi romani tornano a Ferento per salvarla. E' questo il senso di una due giorni che si preannuncia come particolarmente suggestiva e al tempo stesso importante perché accende i riflettori sull'importanza della conservazione dell'importante area archeologica.

ADimensione Font+- Stampa

Gli antichi romani tornano a Ferento per salvarla. E’ questo il senso di una due giorni che si preannuncia come particolarmente suggestiva e al tempo stesso importante perché accende i riflettori sull’importanza della conservazione dell’importante area archeologica. 

A Ferento, l’antica città i cui resti si trovano a pochi chilometri di distanza da Viterbo e che l’imperatore Vespasiano amava perché ha dato i natali alla moglie, Flavia Domitilla Maggiore, madre di Tito e Domiziano, sabato 3 e domenica 4 giugno sarà “riconquistata” dalle legioni romane nel corso di una grandiosa manifestazione rievocativa alla quale parteciperanno ben cinque raggruppamenti ed associazioni di figuranti e danzatrici: Ac Nereides Danze Antiche, Ars Historia Romana, Associazione culturale Epica Legio VII Gemina, gruppo storico “Roma Aeterna” e Legio III Gallica.

La manifestazione ‘La Riconquista di Ferento’ è organizzata dall’Associazione Archeotuscia onlus di Viterbo e dall’Associazione di promozione culturale Legio III Flavia Felix, quest’ultima attiva nel campo della rievocazione storica e archeologia sperimentale, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Comune di Viterbo, e sostenuta dal contributo di “Terme Salus”, Carramusa Group, Beta Lyrae organizzazione eventi e “Perché no?” bar- ristorante di Viterbo.

All’interno dell’area archeologica di Ferento si terranno due giornate di eventi al fine di far conoscere e riscoprire gli aspetti della vita dell’Antica Roma, che molta influenza, in epoca aurea-imperiale, ebbero sulla città ferentana. All’ingresso dell’area sarà allestita, a cura dell’agriturismo Velentini di Tuscania, una “taberna” con essenze e profumi.

Il programma prevede nella giornata di sabato 3 giugno, a partire dalle ore 15, l’allestimento del campo legionario, l’addestramento dei legionari e l’allestimento di banchi didattici.

Domenica 4 giugno l’apertura dell’area archeologica è prevista alle ore 10 e fino alle 17 sarà possibile visitare il campo militare, partecipare alla didattica sulle legioni e i mezzi di assedio, assistere ad addestramento, marce e formazioni delle legioni.

Alle ore 17 inizierà lo spettacolo nel Teatro antico romano di lotte gladiatorie, danze antiche romane e dimostrazioni delle legioni. Al tramonto l’area archeologica sarà illuminata da fiaccole, lanterne e bracieri.

La “Misericordia” di Soriano nel Cimino appronterà una zona ristoro. Ampio spazio vi sarà per il parcheggio auto con una zona riservata anche a camper e caravan. L’evento è finalizzato alla raccolta fondi per la cura del sito archeologico. L’ingresso sarà libero con oblazione volontaria. 
INFO 328/7750233 oppure 328/9024008

 

Banner
Banner
Banner