Crisi Pd, Fioroni: “I moderati e riformisti possono fare la differenza”

Crisi Pd, Fioroni: “I moderati e riformisti possono fare la differenza”

Giuseppe Fioroni critica i compagni di Partito che avrebbero preferito un Pd a vocazione maggioritaria anziché cercare alleanze: “Abbiamo bisogno di tutti – ha detto – dai MoRi alla sinistra”. Tutti, secondo le parole dell’on.

ADimensione Font+- Stampa

Si riapre la crisi nel Pd Giuseppe Fioroni critica i compagni di Partito che avrebbero preferito un Pd a vocazione maggioritaria anziché cercare alleanze: “Abbiamo bisogno di tutti – ha detto – dai MoRi alla sinistra”. Tutti, secondo le parole dell’on. Fioroni riportate dal Corriere di Viterbo “devono avere pari dignità e rispetto”. Il risultato delle elezioni di Tarquinia ha lasciato il segno e la sconfitta del Partito Democratico è indiscutibile e riapre lo scontro tra le fazioni anche in vista dei congressi che riaccenderanno la battaglia. Se non la faida.

Tarquinia però è il Comune di Renato Bacciardi, candidato dei MoRi, movimento considerato da molti opinionisti vicino all’ex sindaco di Viterbo, alleato con parte di Forza Italia e contro quello del Partito Democratico. “A Tarquinia – ancora Fioroni – sono stati distrutti 10 anni di centrosinistra a pochi mesi dal voto con qualche superficialità”.

E proprio lì a Tarquinia il Pd ha perso un migliaio di voti. Un fatto che fa storcere il naso a tanti. Accuse che però è lo stesso Fioroni a rigettare. “La mia attenzione per i MoRi è stata accusata di perseguire interessi di parte o prospettive personali. Purtroppo la politica impone di guardare avanti e cogliere il segno dei tempi. I moderati e riformisti rappresenteranno il soggetto che può fare la differenza”

Banner
Banner
Banner