Erasmus, gli studenti Unitus scelgono la Spagna

Erasmus, gli studenti Unitus scelgono la Spagna

La Spagna la meta più ambita dai ragazzi dell'Università della Tuscia che scelgono questa terra rispetto alle altre mete classiche del progetto europeo più famoso per la mobilità studentesca.

ADimensione Font+- Stampa

Gli studenti Unitus che partono per l’Erasmus, decidono di parlare spagnolo. E’ infatti la Spagna la meta più ambita dai ragazzi dell’Ateneo viterbese che scelgono questa terra rispetto alle altre mete classiche del progetto europeo più famoso per la mobilità studentesca.

A trent’anni dalla sua istituzione, il progetto Erasmus si è sempre più affermato e ha preso sempre più forza grazie al coraggio di ragazzi di ogni età che si mettono in gioco andando a trascorrere un periodo della propria vita personale e accademica in Paesi diversi da quello di provenienza.

Dal alcuni anni, il programma prevede un’apertura oltre i confini europei, scommessa ambiziosa che sta dando i suoi frutti. I numeri parlano chiaro: negli ultimi cinque anni, l’Università della Tuscia ha registrato un flusso di crescita di 150 studenti l’anno, ragazzi che decidono di partire fiduciosi che questa esperienza servirà anche a chiarire speranze verso obiettivi professionali.

Il programma Erasmus+ oltre a promuovere i soggiorni di studio all’estero, prevede anche la possibilità a studenti universitari e neolaureati entro 12 mesi dalla laurea di effettuare uno stage verso imprese, centri di formazione o di ricerca presenti in uno dei Paesi presenti nel programma al fine di creare specifiche competenze in diversi ambiti.

Tutti i bandi e le informazioni per i vari progetti sono sul sito www.tuscia.llpmanager.it e su www.betforjob.erasmusmanager.it oppure direttamente presso l’Ufficio Mobilità e Cooperazione Internazionale presso la sede in Via Santa Maria in Gradi.