Elezioni Viterbo, il centrodestra in cammino per un candidato sindaco unitario

Elezioni Viterbo, il centrodestra in cammino per un candidato sindaco unitario

Il centrodestra costruisce “il nido” per le prossime elezioni comunali nel capoluogo. La cena, in un noto locale del centro del 24 luglio scorso ha fatto parlare molto in città. “Era un incontro per le provinciali”, il mantra ripetuto dai commensali. Ma il piatto forte in realtà sembra proprio essere stato la prossima chiamata alle urne giallo-blu.

ADimensione Font+- Stampa

Il centrodestra costruisce “il nido” per le prossime elezioni comunali nel capoluogo. La cena, in un noto locale del centro del 24 luglio scorso ha fatto parlare molto in città. “Era un incontro per le provinciali”, il mantra ripetuto dai commensali. Ma il piatto forte in realtà sembra proprio essere stato la prossima chiamata alle urne giallo-blu.

E di fatto da quella cena, a cui avrebbero fatto da apripista altri incontri preparatori di assaggio del terreno, sarebbe proprio iniziato un lungo cammino con meta finale nel giorno della presentazione delle liste. Ed epilogo atteso con lo spoglio a cui assistere in una notte del prossimo maggio. Tra i commensali vigerebbe un patto: “Si siede solo chi accetta di non mettere paletti sul nome del sindaco”.

Ergo: chi si mette seduto accetta di stare dentro un ragionamento tutto da costruire, senza preclusioni, con l’idea di mettersi in gioco e fare squadra.

L’obiettivo dei “fondatori” sarebbe quello di tirare dentro tutti: da Giulio Marini a Chiara Frontini. Le danze sono aperte.

Banner
Banner
Banner