Don Mazzi ai giovani: “Lo sport come strumento per fare i conti con le emozioni”

Don Mazzi ai giovani: “Lo sport come strumento per fare i conti con le emozioni”

Ha fatto una sorpresa a tutti don Antonio Mazzi lo scorso sabato quando è arrivato in palestra a Capranica durante le gare del Centro Sportivo Italiano ospitate da Juppiter Sport.

ADimensione Font+- Stampa

Ha fatto una sorpresa a tutti don Antonio Mazzi lo scorso sabato quando è arrivato in palestra a Capranica durante le gare del Centro Sportivo Italiano ospitate da Juppiter Sport.

Più di 500 ginnaste, in gara per le qualificazioni al campionato nazionale, che si svolgerà a giugno a Lignano Sabbiadoro, hanno ricevuto il regalo di poter incontrare don Mazzi, da più di trent’anni impegnato a fianco dei giovani di tutta Italia e dei Paesi poveri del mondo contro ogni forma di disagio.

“Siete fortunati, perché lo sport aiuta a crescere, a fare i conti con le emozioni, a saperle gestire in modo sano”, dice il prete fondatore di Exodus, che continua rivolgendosi ai genitori, presenti a centinaia sugli spalti: “I vostri figli dovrebbero ringraziarvi perché permettete loro di fare sport, che è uno strumento educativo potentissimo”.

Don Mazzi, di passaggio a Viterbo, accompagnato dal presidente di Juppiter e Juppiter Sport
Salvatore Regoli, ha proseguito per San Martino al Cimino, dove si svolgeva la formazione degli Educatori Senza Frontiere.

don mazzi 02