Consiglio saltato, Michelini sta sereno e torna a fare il pompiere: “Pensiamo ai Consigli seri”

Consiglio saltato, Michelini sta sereno e torna a fare il pompiere: “Pensiamo ai Consigli seri”

Dopo il Consiglio saltato a causa dell’uscita di scena di Livio Treta dall’aula all’ultimo secondo, Michelini torna a fare il pompiere: “Ripicche, ma non contro di me”.

ADimensione Font+- Stampa

Dopo il Consiglio saltato a causa dell’uscita di scena di Livio Treta dall’aula all’ultimo secondo, Michelini torna a fare il pompiere: “Ripicche, ma non contro di me”.

Il sindaco di Viterbo ne esce così rispetto ai due ultimi Consiglio che hanno evidenziato la crisi eterna tra popolari e non, della maggioranza. L’uscita di scena di Livio Treta è quanto mai significativa, perché ha vendicato la “sua” parte, difendendo da fuori i compagni del Pd e facendo pesare il no dei serra panunziani alla sua nomina a delegato allo sport.

Michelini però non è preoccupato e dice che i numeri contano “duranti i Consigli comunali seri”.