Congresso PD di Viterbo: si va verso lo scontro tra Panunziani e Fioroniani

Congresso PD di Viterbo: si va verso lo scontro tra Panunziani e Fioroniani

Sembra una storia infinita, ma il duopolio del Pd viterbese è più vivo che mai. Nonostante la (finta) pace del gruppo consigliare, il Partito Democratico sta passando giornate convulse in vista del prossimo congresso cittadino resosi necessario in seguito alle dimissioni del segretario Carlo Mancini qualche settimana fa.

ADimensione Font+- Stampa

Congresso PD di Viterbo: si va verso lo scontro tra Panunziani e Fioroniani. Sembra una storia infinita, ma il duopolio del Pd viterbese è più vivo che mai. Nonostante la (finta) pace del gruppo consigliare, il Partito Democratico sta passando giornate convulse in vista del prossimo congresso cittadino resosi necessario in seguito alle dimissioni del segretario Carlo Mancini qualche settimana fa.

I due big della politica locale Giuseppe Fioroni ed Enrico Panunzi avrebbero provato a lungo a trovare un accordo per rinnovare il gruppo dirigente di comune accordo, ma invano. Il primo infatti avrebbe voluto utilizzare i dati del congresso nazionale (che a Viterbo città ha visto prevalere Renzi con circa l’80% su Orlando) per stilare una lista unitaria.

Il gruppo dei Panunziani, consapevoli di valere qualche voto in più, avrebbero però preferito non accettare. Così si potrebbe andare allo scontro tra tessere sabato prossimo. I congressi però si possono risolvere anche in un batter d’occhio e le alleanze cambiare anche all’ultimo secondo.

Natale Viterbo