Centro storico di Viterbo, bando per la creazione di nuove imprese

Centro storico di Viterbo, bando per la creazione di nuove imprese

Buone nuove per chi ha deciso di investire in un’impresa commerciale del centro storico di Viterbo nel 2018. Il Comune, a breve, pubblicherà un avviso pubblico per la concessione di 20mila euro a fondo perduto per la creazione di nuovi negozi e botteghe artigiane nel cuore pulsante della Città dei Papi.

ADimensione Font+- Stampa

Buone nuove per chi ha deciso di investire in un’impresa commerciale del centro storico di Viterbo nel 2018. Il Comune, a breve, pubblicherà un avviso pubblico per la concessione di 20mila euro a fondo perduto per la creazione di nuovi negozi e botteghe artigiane nel cuore pulsante della Città dei Papi.

L’annuncio arriva dall’Assessore allo Sviluppo economico Sonia Perà “il contributo previsto per il bando rientra nell’ambito delle politiche di valorizzazione e tipizzazione del centro storico. Rispetto al precedente bando, abbiamo esteso l’area oggetto del finanziamento interessando, oltre la zona di Via San Lorenzo e Via San Pellegrino, anche quella di Corso Italia, Via Saffi e Via dell’Orologio Vecchio. Aumentata anche la percentuale del contributo, che raggiunge il 50%, e ampliati anche i settori che potranno usufruire dello stesso”.

La finalità dell’avviso pubblico è quella di aprire sempre più le porte del centro storico valorizzandone le peculiarità puntando sulle eccellenze locali e sulla promozione turistica, favorendo la nascita di nuove realtà commerciali nella zona più bella e caratteristica della città.

Potranno essere finanziate tutte le attività commerciali, per un importo massimo di 10mila euro, di vendita al dettaglio con luogo fisso riguardanti antiquariato, modernariato, collezionismo, merchandising turistico e prodotti alimentare purché il 60% delle produzioni sia legato intimamente al territorio.

Tutta la documentazione per partecipare al banda sarà scaricabile dal sito www.comunediviterbo.it oppure reperibile presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) in Piazza del Plebiscito.