ApertaMente, un 2016 all’insegna di un importante lavoro sulla memoria e di scambio intergenerazionale

ApertaMente, un 2016 all’insegna di un importante lavoro sulla memoria e di scambio intergenerazionale

L'associazione di promozione sociale ApertaMente fa un bilancio dell'anno appena trascorso e approfitta per augurare un buon 2017 a tutti i viterbesi.

ADimensione Font+- Stampa

L’associazione di promozione sociale ApertaMente fa un bilancio dell’anno appena trascorso e approfitta per augurare un buon 2017 a tutti i viterbesi.

“Il 2016 è stato per noi di ApertaMente un anno contraddistinto da eventi che hanno potuto contribuire in modo importante alla crescita del benessere nel tessuto sociale Viterbese – scrivono in una lettera di fine anno rivolta ai cittadini dall’associazione -.

Abbiamo visto l’incontro ormai raro tra generazioni lontane, ne abbiamo abbattuto gli alti muri. Abbiamo visto di nuovo nonni e nipoti giocare agli stessi giochi, quelli di una volta, con giocattoli semplici, umili e fatti di legno, latta e stoffa.

Di quest’incontri ne avranno memoria i viterbesi del “Pilastro del Futuro”, grazie alla capsula del tempo custodita nel giardino della scuola elementare “Alessandro Volta”. Abbiamo visto il popolo culturale interessato alle dinamiche psicologiche, ne abbiamo stimolato la curiosità trattando temi complessi attraverso il linguaggio cinematografico in “Cinema & Psicologia”.

Abbiamo visto un gruppo di bambini crescere grazie alle fiabe e ne abbiamo stimolato l’educazione emotiva nella “Casa delle Fiabe”. Abbiamo visto i servizi sociali di Viterbo attenti alle necessità dei suoi concittadini e abbiamo contribuito a promuoverne il benessere e a valorizzarne le memorie.

Abbiamo visto la generazione della terza età con una sorprendente voglia di fare, di crescere, di imparare, di condividere e ne abbiamo attivato le memorie grazie ai corsi di “Memory Training” nei Centri Sociali Polivalenti di Viterbo.

Abbiamo visto le famiglie curiose della Viterbo del passato, portando i ricordi fino al presente tramandandoli con i bambini di oggi ai bambini di domani con “La Mostra dei Ricordi”. Abbiamo visto i servizi sanitari locali impegnati nell’aiuto concreto dei suoi concittadini, abbiamo fatto rete con altre realtà associative e ne abbiamo aumentato la forza partecipando attivamente ai tavoli tematici del Volontariato dell’ASL di Viterbo.

Abbiamo fatto nel nostro piccolo qualcosina in più che non c’era prima e che, anche fosse una goccia in più nel mare, un giorno sarà magari quella goccia necessaria, significativa per raggiungere la nostra mission: promuovere il benessere psicologico delle persone, arricchirle di valori umani, personali, culturali, ma soprattutto psicologici e sociali. Ci auguriamo che il 2017 sia un anno altrettanto ricco di tanti progetti sociali quanti sono le nostre progettualità in cantiere e che sia per tutti momento di rinascita e di auspicio di fortuna e benessere. Buon fine 2016 e Buon inizio 2017 a tutti”.

apertamente-foto

Banner
Banner
Banner