Abbiate Pietà del Museo Civico, i turisti: “Capolavori in cattiva luce”

Abbiate Pietà del Museo Civico, i turisti: “Capolavori in cattiva luce”

Problemi di spazio e illuminazione, grazie soprattutto a due opere: La Flagellazione e La Pietà di Sebastiano Del Piombo. Proprio le due opere che l’amministrazione comunale di Viterbo su spinta dell’allora socio di maggioranza Viva Viterbo, vuole spostare sotto ai portici di Palazzo dei Priori.

ADimensione Font+- Stampa

Museo Civico, i turisti parlano solo di Del Piombo: “Capolavori in cattiva luce”, “È bello, ma…”, “mettete più in risalto questi beni culturali”, “Sala disastrosa per Del Piombo, spero sia provvisoria”. Sono alcuni dei commenti più illuminanti sullo stato del Museo Civico di Viterbo pubblicati su Trip Advisor. Il Museo è considerato da molti una chicca, da non perdere, nonostante i gravi problemi di spazio e illuminazione, grazie soprattutto a due opere: La Flagellazione e La Pietà di Sebastiano Del Piombo. Proprio le due opere che l’amministrazione comunale di Viterbo su spinta dell’allora socio di maggioranza Viva Viterbo, vuole spostare sotto ai portici di Palazzo dei Priori.

Le critiche all’allestimento sono tante. È il caso di un turista milanese che scrive: “L’attuale illuminazione rende impossibile la corretta visione dei dipinti. I visitatori se ne lamentano da tempo. I capolavori continuano a rimanere in cattiva luce”.

Un fiorentino aggiunge: “Il museo è un po’ compresso nella propria sede, non ho capito bene se per via di lavori in corso ad alcune sale più grandi, oppure per un problema strutturale originario […] Per vedere bene la Pietà di Sebastiano del Piombo sarebbe bastato spegnere la luce delle vetrine di una specie di mezzanino, che nemmeno è accessibile e quindi pressoché vuoto. Per come l’ho visto io, con una fascia di riflessi al centro, indipendentemente dall’angolazione, viene da pensare male e fantasticare che forse era meglio lasciarlo a Londra. Scherzi a parte, spero che si sia trattato di un disguido provvisorio”. “Le due opere – aggiunge un visitatore arrivato da Roma – sono esposte al primo piano, affiancate in due teche vetrate in una sala dedicata, propriamente illuminata”. “Il museo è bello – aggiunge un altro turista – ma si potrebbe valorizzare molto di più”.

C’è spazio anche per qualche viterbese. Uno di questi scrive: “Un consiglio all’Amministrazione: mettete più in risalto questi Beni Culturali, Artistici e Architettonici, non date tutto per scontato, investite in queste ricchezze senza tempo!”. Il dato comune di tutti i commenti è la magnificenza delle due opere di Sebastiano Del Piombo che “valgono oro” e che vengono citate quasi in tutti i commenti. Forse sarà il caso di dedicarsi a ridare vita al Museo piuttosto che ammazzarlo definitivamente levandogli ciò che custodisce.