Tre nuove rappresentazioni per il Presepe Vivente di Civita di Bagnoregio

Tre nuove rappresentazioni per il Presepe Vivente di Civita di Bagnoregio

L’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune e dove il tempo sembra essersi fermato. Passaggio obbligato è un ponte, sospeso nel vuoto e circondato dal panorama mozzafiato della Valle dei Calanchi.

ADimensione Font+- Stampa

Ancora tre giornate per visitare e immergersi tra le vie del “Presepe Vivente più bello d’Italia”. Il 6,7 e 8 gennaio l’antico borgo di Civita di Bagnoregio torna a illuminarsi delle scene della Natività.

Dalle ore 16,30 alle ore 19,00, quello che è considerato dalla stampa nazionale e internazionale uno dei borghi più suggestivi d’Italia rinnoverà una magia capace di attirare decine di migliaia di persone ogni anno. Nelle rappresentazioni del 26 dicembre e del primo gennaio migliaia di visitatori hanno deciso di essere presenti.

“Un’esperienza davvero emozionante – commenta il sindaco di Bagnoregio Francesco Bigiotti – che quest’anno lancia messaggi importanti di accoglienza, con la giovane donna somala Fatima che interpreta la Madonna e il suo piccolo di due mesi e mezzo nel ruolo del Bambinello, e di solidarietà, grazie alla raccolta fondi per l’acquisto di un mezzo di trasporto per disabili”.

L’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune e dove il tempo sembra essersi fermato. Passaggio obbligato è un ponte, sospeso nel vuoto e circondato dal panorama mozzafiato della Valle dei Calanchi.

Quindi l’accesso all’antico paese, costruito su uno sperono tufaceo, e la sensazione viva di essere andati indietro nel tempo. Dieci scene diverse che, come in un mosaico, ricostruiscono i giorni della nascita di Gesù. Il suq arabo, il castrum romano, Erode, le residenze nobiliari, la tribù beduina, gli artigiani al lavoro, i magi, i pastori, il lazzaretto e naturalmente la Natività. Un intreccio di colori, emozioni, bellezza.

La più antica tradizione del Natale cristiano si sposa mirabilmente con l’ambientazione unica di Civita. La sera, quando cala il sole e il Presepe Vivente ha inizio, il calore dei fuochi si somma all’illuminazione perimetrale dell’abitato che, per l’occasione, indossa il suo vestito più bello per regalare un effetto straordinario visibile anche da lontano. Un’irrinunciabile occasione per vivere un evento straordinario e assolutamente unico nel suo genere.

L’organizzazione è curata per il secondo anno consecutivo dal Comitato di Croce Rossa Italiana di Bagnoregio e Lubriano, con il patrocinio del Comune di Bagnoregio. Gli incassi dei biglietti saranno utilizzati per l’acquisto del mezzo di trasporto per disabili, che consentirà a chi ne avrà necessità di visitare Civita.

Tutte le informazioni sulla pagina facebook Presepe Vivente Civita di Bagnoregio. Per contattare l’organizzazione è possibile scrivere un’email a [email protected] o chiamare il numero 333.5734724.

 

Banner
Banner
Banner